Quattro setter sacrificati per ‘ragioni’ di caccia

Un fatto di agghiacciante crudeltà; un’esecuzione in piena regola. Un cacciatore ha incaricato un amico di battute di uccidere i suoi quattro setter. La ragione? Non servivano più. E’ accaduto nelle campagne di Moncalieri, in provincia di Torino. Ora i due cacciatori sono stati denunciati per il reato di uccisione di animali, in base all’articolo del codice penale che punisce chi per crudeltà o senza necessità cagioni la morte di un animale.

 

 

Green Hill, condanne confermate in appello

La Corte d’Appello di Brescia ha confermato le condanne emesse in primo grado nei confronti dei vertici di Green Hill, l’allevamento di cani Beagle destinati alla vivisezione, chiuso a Montichiari (Brescia) il 18 luglio del 2012. Confermate dunque le condanne a un anno e sei mesi per Renzo Graziosi, veterinario della struttura e per Ghislene Rondot cogestore di Green Hill; a un anno, per il direttore dell’allevamento, Roberto Bravi. Confermata anche la sospensione delle attività per due anni per i condanati, e la confisca dei cani. Esultano gli animalisti che hanno condotto una lunga battaglia per la chiusura della struttura e si sono costituiti parte civile al processo: “Sentenza storica che smantella il teorema del cane prodotto da laboratorio, usa e getta”.

 

beaglle dietro recinzione

Oltre 2 mila cani di strada salvati dal macello in Cina

Da tre anni dedica la sua vita interamente ai cani di strada: ne ha salvati più di 2 mila da una fine atroce. Erano destinati al macello e a diventare carne da portare in tavola. Una bella storia di totale abnegazione umana per animali in gravi difficoltà, arriva per una volta dalla Cina da dove, in genere, al contrario trapelano notizie sconvolgenti su maltrattamenti e violenze sui cani e su squadroni della morte pronti a ucciderli. Protagonista di questa vicenda è Wang Yang, a questo punto ex miliardario cinese visto che ha speso il suo patrimonio per la causa.

 

2 mila cano di strada salvati Cina

Strage di cani da compagnia in Cina

Ancora terribili notizie dalla Cina: un’uccisione di massa di cani da compagnia è stata fatta presso Zhiyan,  villaggio turistico nella provincia di Zhejiang, nord della Cina. Le autorità del villaggio sostengono di aver organizzato la ‘caccia al cane’ per motivi ‘igienici’; per mantenere il villaggio pulito e sicuro per i visitatori.

Strage di cani in Cina

Cane gettato in un compattatore per rifiuti, orrore in Brasile

Una storia terribile di violenza nei confronti di un cane arriva direttamente dal Brasile , dove un netturbino ha gettato un cane ancora vivo nel compattatore di rifiuti. Una storia incredibile che ha shoccato moltissime persone, e che è stata resa nota da Xuxa, una famosa conduttrice brasiliana che ha postato la foto del pelosino sul suo profilo Facebook, seguito da quasi cinque milioni di persone, creando grandissimo scalpore.

Brasile

In Ucraina continua il massacro dei cani per i mondiali di calcio

massacro cani Ucraina

In Ucraina continua il massacro dei cani randagi per i mondiali di Calcio, con tanto di forni crematori per “ripulire” le strade. Dallo scorso novembre, infatti, nonostante le belle parole spese dal Governo, la mattanza degli animali prosegue inarrestabile. I cani vengono puntualmente avvelenati, e persino con un certo preavviso.

Strage a Marigliano: trovati i cadaveri di 74 cani

marigliano strage 60 caniLa foto mossa – forse scattata da una mano agitata per la tremenda scoperta – documenta la strage di 74 cani avvenuta in provincia di Napoli, nel comune di Marigliano. Dietro questa triste vicenda potrebbe esserci il business dello smaltimento dei rifiuti in Campania.

USA, 55 huskies uccisi dal padrone

Funerale HuskyRicordate gli oltre 100 huskies uccisi in Canada? La storia si ripete, sempre oltreoceano questa volta siamo negli Stati Uniti d’America più precisamente a Billings nel Montana dove Peter Northcutt, allevatore di cani da slitta, ha fatto strage di cani. Nel suo allevamento vi si trovano 65 meravigliosi huskies di razza finché giovedì scorso l’uomo è impazzito uccidendo gli stessi animali che ha accudito per anni.