Cimiteri per cani e gatti presto a Roma?

Cimiteri per cani e gatti presto a Roma? Potrebbe davvero accadere se la Regione Lazio dovesse riuscire nell’intento di portare a compimento una iniziativa sulla quale sta lavorando da tempo.

Animali e uomini sepolti insieme, a New York si può

Animali domestici e uomini potranno condividere anche l’ultima dimora e stare insieme per l’eternità. Il governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo, ha firmato una nuova legge che permette la sepoltura dei pets in cimiteri umani. Con questo provvedimento, la ‘Grande Mela’ diventa uno degli stati più ‘pet friendly’ degli Usa.  Fino ad ora, gli esseri umani  potevano essere sepolti con i loro animali domestici sì, ma solo in cimiteri per animali. Ora, la svolta per chi voglia condividere con il proprio pet il viaggio definitivo.

 

uomo-e-cane-abbracciati

 

 

 

Morta Maggie, era il cane più vecchio del mondo (VIDEO)

Aveva trent’anni, era il cane più vecchio del mondo ma fino a qualche giorno fa lo avreste potuto incontrare in giro per la fattoria dove abitava e, se di cattivo umore, lo avreste visto ancora impegnato a ringhiare ai gatti proprio come un anziano brontolone che strilla ai bambini. Maggie, pastore australiano kelpie femmina, è serenamente passata a miglior vita domenica nella sua cuccia. La sua veneranda età corrispondeva a 133 anni umani! Il cane non era stato inserito nel Guinness dei primati per mancanza di documenti ufficiali.

 

 

 

Eutanasia cane o gatto giusto assistere alla morte del proprio simile?

L’eutanasia è la cosa più importante che un veterinario possa fare per alleviare la sofferenza di un cane  o di un gatto morente. In queste circostanze spesso i familiari umani chiedono al medico se sia il caso che siano presenti gli altri membri a quattro zampe della famiglia: è opportuno che un cane o un gatto assista alla morte del suo simile con cui magari ha convissuto tanti anni?

Eutanasia cane gatto, chi deve esserci?

 

Cimitero per animali a Milano, è il più grande

Cani, gatti, pappagallini, uccelli da gabbia, ma anche conigli, serpenti, criceti e pesci ornamentali: tutti potranno avere una degna sepoltura nella città meneghina. Nasce a Milano Il Fido custode, cimitero per animali d’affezione di ogni razza taglia e dimensioni. Sarà in funzione da settembre. Immerso nel verde del Parco sud della capitale lombarda, sorge su un’area che si estende su cinque ettari. Inizialmente saranno seimila i metri quadrati destinati alle sepolture di circa 5 mila animali, ma è allo studio un piano per assicurare 20 mila sepolture che lo renderanno il più grande cimitero per animali d’Italia se non d’Europa. Sarà visitabile ogni giorno dalle 9 alle 18.

Non solo ultima dimora: l’area diventerà una vera e propria oasi per animali: ospiterà anche una colonia felina e un parco per lasciarli in libertà.

Cimitero animali Milano

Cani e gatti imbalsamati e clonati dopo la morte

Gli animali domestici, cane e gatto in primis, sono parte integrante della famiglia. Quando si ammalano e poi muoiono il distacco è spesso molto doloroso. Si farebbe di tutto per continuare a tenerli vicini, per poterli accarezzare e coccolare ancora, o semplicemente per guardarli accucciati sul tappeto del salotto…… E c’è chi di questo concetto ne ha fatto una pratica: di gran moda, negli Stati Uniti, far imbalsamare dopo la morte il proprio amico a quattro zampe, nell’atteggiamento o nella posizione più consona alle vecchie abitudini dell’animale.

Gli animali domestici e la morte

Novembre è il mese dedicato alla commemorazione dei defunti. Quando si perde un amico a quattro zampe il dolore ed il senso di vuoto ci assalgono ed oggi esistono cimiteri consacrati agli animali, cimiteri misti, monili con dentro le ceneri di cani, gatti ed altri pets.

Un argomento triste, ahimè, e quale momento migliore di questo malinconico mese per parlarne? Come affrontano la morte i nostri piccoli amici? Qualche curiosità selezionata per voi! Forse non tutti sanno che gli animali muoiono con gli occhi aperti, proprio come noi umani: con la morte sopraggiunge anche la perdita del controllo dei muscoli.

A differenza di noi bipedi, gli animali nascondono la malattia. Si tratta di un meccanismo di difesa per evitare che i predatori approfittino di una situazione di evidente vulnerabilità.
Molti proprietari di animali pensano che quando l’animale sparisce per morire, si tratti di una morte serena, ma molte volte non è affatto così e l’animale soffre ore, o anche giorni, prima di andarsene.
Quando l’uomo muore, il senso della vista è il primo a sparire mentre l’udito è l’ultimo. Lo stesso si crede avvenga per cani e gatti.
Molti animali continueranno a respirare e ad avere movimenti muscolari dopo che il loro cuore si è fermato.