Problemi gastrointestinali cane, il veterinario risponde

Richiesta di consulto veterinario su problemi gastrointestinali cane che non passano
Salve, ho un cane di piccola taglia di circa 9 anni; da circa un mese è in cura presso un veterinario poiché presentava inizialmente inappetenza che era stata attribuita ai denti un po’ malandati, pian piano ha cominciato con diarrea ed episodi di vomito e scarsissimo appetito. Abbiamo fatto molti accertamenti tra cui analisi completa del sangue, ecografia addominale, radiografia per sospetto corpo estraneo, emogas per cui è stata anche ricoverata. Da questi esami è emerso semplicemente anse intestinali dilatate, e una leggera sofferenza epatica per cui è stata prescritta una terapia a base di Epatoplus, ranitidina, vitamine b e una dieta a base di crocchette e umido ‘gastrointestinal’. Dopo una seconda flebo di questi integratori, e aggiunta di glucosio, (non mangiava da una settimana e non evacuava), il cane ha cominciato rapidamente a riprendersi, mangiare con gusto, e fare bisogni normali, ma ciò è durato circa tre giorni, da ieri sta di nuovo male, vomita succhi gastrici e acqua e ha episodi di diarrea. Non sappiamo cosa fare. Lei che cosa mi consiglia? Cosa bisogna ancora indagare ? Sono molto preoccupata. La ringrazio.

Problemi gastrointestinali cane, il veterinario risponde
Labrador retriever

Infiammazione intestinale gatto, sintomi, rimedi naturali, cura

infiammazione intestinale gatto

Cos’è la malattia infiammatoria intestinale (IBD) del gatto? Si tratta di una serie di condizioni di salute (disturbi gastrointestinali cronici) caratterizzate da vomito, diarrea e conseguente perdita di peso del micio che non riesce più ad assimilare bene le sostanze nutritive. E’ più frequente nei gatti anziani, ma non disdegna di colpire anche quelli più giovani. Scopriamone insieme tutti i sintomi correlati e cosa fare, quali cioè i possibili rimedi naturali e non.

 

Gastroenterite cane: cause, sintomi, cura e quanto dura

gastroenterite cane cause sintomi cura quanto duraLa gastroenterite è un’irritazione dello stomaco e dell’intestino, che si manifesta abitualmente con vomito e diarrea, sia nell’essere umano che nel cane. Anche se in generale quando si parla di gastroenterite canina si fa riferimento alla parvovirosi (o gastroenterite virale o emorragica del cane), le cause possono essere diverse: disturbi del metabolismo, malattie infiammatorie intestinali, alimentazione eccessiva o errata, ingestione di sostanze inopportune come la spazzatura, gli avanzi della tavola, oggetti vari (che possono provocare anche un’ostruzione intestinale) o le feci, ma anche più semplicemente parassiti, batteri, virus (proprio come nel caso della parvovirosi) o allergie.

Un Natale a prova di gatto, feste sicure per i quattrozampe

Tra regali per cani, gatti e furetti, vestiti, ciotole e collari a tema natalizio, il Natale in compagnia dei nostri tuttozampe si preannuncia magico. Come per tutte le festività, ci sono delle insidie per i nostri piccoli amici pelosi. Pericoli che in generale si nascondono in ogni evento che stravolge le abitudini dei nostri cani e dei nostri gatti, che si tratti di un giorno di festa piuttosto che di vacanze prolungate.

Ne parlammo anche ad Halloween, del fatto che la confusione, creata da estranei o ospiti, in casa genera spesso insofferenza, soprattutto negli animali meno socievoli, scatenando un’eccitazione eccessiva che può portare anche a fughe o comportamenti isterici.

Per quanto riguarda i gatti, nello specifico, tralasciando i capitoli già trattati, delle piante tipiche delle feste tossiche, e la paura e gli incidenti causati dai botti, bisogna stare attenti a come si trasforma la casa in vista delle feste, avendo cura di creare un ambiente sicuro per il micio.