Supercat Show 2011, il reportage di Tuttozampe (seconda parte)

di Daniela 1

Continua lo speciale di Tutto Zampe dedicato al Supercat Show 2011 alla Nuova Fiera di Roma, la mostra di due giorni interamente dedicata ai gatti. Oltre al Trofeo Supercat dedicato ai gatti con il pedigree, i giudici assegneranno anche due premi speciali: il consueto e amatissimo “Premio Gatto di casa”, dove a contendersi la palma d’oro del più bello saranno i comuni gatti di casa, con o senza pedigree, e il “Premio Gatto Nero”, un trofeo speciale assegnato ai gatti neri come sensibilizzazione contro le superstizioni legate a questi splendidi felini.

Le foto e i ritratti di gatti sono irresistibili e chiunque ha un micio non resiste dal fargli una foto; quest’anno le foto di gatti più belle saranno premiate nell’apposita sezione “Scatto al Gatto”, allestita all’interno del village: una parete interamente rivestita delle foto di gatti scelte tra quelle caricate su Facebook nella pagina dell’evento, con tanto di red carpet nel quale far sfilare i mici o semplicemente i padroni.

In questa festa di lustrini e pailettes dedicata ai gatti con il pedigree o di casa, non manca neanche un forte pensiero per i micetti meno fortunati, ovvero i trovatelli in cerca di adozione, con l’allestimento dell’area gatti di “razza stradale”  a cura dell’Associazione Romana Cura Animali e Ambiente, l’Arca onlus, e di Matilde Talli, dell’associazione “I Gatti della Piramide”, storico partner della manifestazione. Sono, infatti, venticinque i trovatelli che sperano di trovare una casa nel corso della manifestazione o almeno di raccogliere fondi per il loro sostentamento tramite il mercatino gattofilo e la raccolta di cibo per le colonie feline di Roma.

Quest’anno, inoltre, nel Supercat Show, promosso come sempre dall’Associazione Nazionale Felina Italiana (Anfi), ci sarà spazio per conferenze e lezioni sul mondi dei gatti, come quella sulla Gattoterapia, un seminario a cura del Professor Davide Moscato, nel quale ha spiegato l’importanza e i benefici della pet therapy sulla nostra vita quotidiana.

Tra le novità anche il vademecum dell’eco-gatto, un decalogo per insegnare alle famiglie e, soprattutto ai bambini, che l’attenzione per la natura si riflette anche sulla salute del proprio gatto. Quindi, via libera a tutto ciò che è biologico e naturale per quanto riguarda cibo e prodotti per l’igiene, e a ciò che è riciclabile e biodegradabile per gli accessori e i giocattoli.

Ecco i dieci punti del vademecum dell’eco gatto:

  1. Cibo biologico
  2. Antiparassitari naturaliù
  3. Shampoo biologico
  4. Ciotola e paletta bio degradabili
  5. Trasportino riciclabile
  6. Lettiera 100% vegetale
  7. Giocattoli ecologici
  8. Tiragraffi in cartone riciclato
  9. Crocchete bio
  10. Erbagatta

Insomma, tante belle iniziative legate al mondo dei gatti e sicuramente una gran bella manifestazione ma permettetemi una riflessione: personalmente mi ha fatto un po’di tristezza vedere questi bei gatti in mostra chiusi nelle loro gabbiette, che pur dotate di tutti i confort rimanevano sempre gabbie, sotto gli occhi di migliaia di visitatori che cercavano di attirare la loro attenzione, di fotografarli e di accarezzarli. Per non parlare del concorso in quanto tale: questi poveri gatti esaminati in ogni centimetro del pelo dai giudici ed esposti come trofei dagli allevatori.

Forse sarò troppo drastica, ma avrei preferito una bella mostra fotografica dedicata ai felini piuttosto che vederne oltre 600 in carne e pelo chiusi in gabbia. Discorso diverso per i trovatelli della Piramide: ben vengano le manifestazioni per raccogliere fondi e favorire le adozioni, naturalmente in modo sano e responsabile.

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>