Se il cane ha i denti consumati

di cinzia iannaccio 1

cane denti consumatiAi cani si sa, piace rosicchiare qualunque cosa: dagli ossi alle scarpe da ginnastica passando per i sassi. E’ una prassi abituale per loro e sotto molti aspetti anche utile perché li aiuta ad effettuare una costante pulizia dei denti. Molto dipende però da ciò che rosicchiano, perché se si utilizzano gli oggetti sbagliati, si può andare incontro ad un logoramento dei denti del cane. Ecco cosa occorre sapere al riguardo:

I denti dei cani sono molto resistenti, ma col passare degli anni, con l’età che avanza ed il continuo logorio nel masticare oggetti duri, si può assistere ad una vera e propria usura, più o meno importante. I denti si consumano! In parte questo è naturale, capita anche a noi umani, ma in alcune situazioni può diventare un problema: quando cioè si perde lo strato superiore, esterno, dei denti. Gli incisivi sono i denti dei cani più soggetti a questo logorìo.

Cosa accade se un dente si consuma? Quali i sintomi?

Se un dente si consuma eccessivamente, la sua polpa interna si può esporre all’aria. Solitamente non accade perché questa si trova nella radice ed è protetta dalla dentina. Una sensibilità maggiore si può dunque avere in caso di usura del dente con connesso dolore e quindi inappetenza di Fido, nervosismo, lamentazione. Un’usura importante è comunque visibile ad occhio nudo, controllando semplicemente i denti del cane.

Diagnosi e cura per il cane con i denti consumati

Un dente consumato non mette direttamente a repentaglio la vita del cane, ma di certo lo può far soffrire. E’ per questo che è importante parlarne con il veterinario che, con una visita clinica potrà identificare il problema, oltre che, con un check-up orale, verificare la presenza di tartaro, malattia parodontale, stomatite, denti rotti o usurati in modo eccessivo ed altre condizioni che se non identificate precocemente possono indurre ad un rischio grave per il cane. Una visita comunque basta per valutare se un dente è logorato o meno, ma lo specialista potrà richiedere test specifici per verificare le altre problematiche. Allo stesso modo, non esistono cure per i denti usurati, ma terapie che possono alleviare il dolore.

Prevenzione?

Purtroppo, non c’è nessuna prevenzione per l’attrito sui denti del cane, benché sia consigliabile somministrargli oggetti specifici da masticare, in commercio ce ne sono, che possono soddisfare il desiderio di Fido di rosicchiare, creando un attrito minore rispetto ad un sasso che troverebbe lui in giardino. Controlli di routine per la salute orale faranno il resto. Qui qualche ulteriore consiglio.

Potrebbero interessarvi anche i seguenti post:

 

 

Fonte: Pet Healt

Foto: Thinkstock

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>