Proteggere gli amici a quattro zampe dal caldo

di Redazione 1

Gattini

Nonostante molti amici a quattro zampe siano abituati a cavarsela da soli in qualche modo, dal momento in cui diventano parte integrante della famiglia, devono essere accuditi e allevati come se fossero dei figli e, come bambini piccoli, in questa stagione calda, vanno difesi dalle temperature eccessive. Negli ultimi anni, del resto, le elevate percentuali di umidità in continua crescita, stanno rendendo l’aria irrespirabile per l’uomo e anche per gli animali. Per aiutare padrone e pet a stare meglio, l’Enpa, l’Ente Nazionale Protezione Animali, ha preparato un decalogo di consigli da seguire facilmente, quando si ha in casa un cucciolo o anche un esemplare maturo.

Ecco, quindi, cosa fare secondo l’Enpa per proteggere gli amici animali:

  • Non lasciare mai un animale da solo e incustodito in auto, visto che la temperatura dell’abitacolo aumenta in modo molto rapido e la vettura può trasformarsi in un forno. La morte può, quindi, sopraggiungere in brevissimo tempo.
  • chi scopre un animale in queste condizioni, soprattutto se non si vede il proprietario all’orizzonte e comincia a mostrare segni di malessere, meglio che chiami immediatamente le forze dell’ordine che arriveranno in poco tempo. I numeri sono sempre gli stessi: 112 per i Carabinieri, 113 per la Polizia di stato, 115 per i Vigili del Fuoco, 1515 Corpo forestale: insomma in questi casi, tutti vann bene.
  • quando si incontra un amico a quattro zampe in difficoltà dentro ad una automobile, nel frattempo, bisogna cercare di fargli ombra anche con un giornale, in attesa di ricevere aiuto.
  • il buon padrone deve, ancora, assicurarsi che il suo animale, abbia sempre acqua fresca in abbondanza e possa accedere ad aree fresche, lontane dal sole diretto.
  • in caso di colpo di calore, chiamare subito il veterinario e passare acqua fresca sul corpo del cane o del gatto. Ovviamente, visto che prevenire è meglio che curare, cercate di fare attenzione che non stia troppo al sole.

foto di: il cannocchiale

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>