Come prevenire la malattie più “costose” del cane

di Paola P. 1

Abbiamo già parlato nel post di ieri di come scongiurare il rischio di incidenti che richiedano il pronto intervento nei gatti e di come prevenire le malattie che, oltre a mettere in pericolo la salute del nostro amico a quattro zampe, sono particolarmente dispendiose per quanto riguarda i costi dei farmaci o le terapie di riabilitazione.

Oggi parliamo invece dei cani, di quali siano le patologie che più lo mettono in pericolo di vita e che rappresentano inoltre una spesa onerosa per le nostre finanze. E vedremo, ovviamente, cosa fare per evitarle e prevenirle. Stando a quanto affermano gli esperti possiamo intervenire principalmente su

  • Malattia degenerativa del disco invertebrale. Questa malattia è spesso genetica e non può essere scongiurata. È più comune nei bassotti a causa di un problema genetico con il disco. È possibile ridurre al minimo il rischio e i danni impedendo al cane di saltare bruscamente giù dal letto o dai mobili e fornendogli una rampa, se necessario.
  • Cancro del polmone. Purtroppo, non c’è nulla che possa prevenirlo, anche se può essere utile ridurre al minimo l’esposizione del cane al fumo passivo.
  • Torsione gastrica. Ne abbiamo già parlato nello specifico. Deriva da uno stomaco dilatato che ruota in una posizione anomala. E’ pericolosissima per il cane e, non trattata, provoca la morte. È più comune nei cani di taglia grande come l’alano. Molti veterinari stabilizzano lo stomaco per evitare che si verifichi nelle razze predisposte. Se siete proprietari di un alano, un San Bernardo, un setter irlandese, e tutti i cani di taglia grande si consiglia di parlarne con il veterinario. Inoltre per aiutare a prevenire potete dividere i pasti in 2 o 3 pasti al giorno piuttosto che in un solo pasto abbondante. Mischiate il cibo in scatola al cibo secco. Qualsiasi modifica della dieta deve essere fatta gradualmente in un periodo di 3-5 giorni. Nutrite i cani sensibili individualmente e, se possibile, in un luogo tranquillo. Quando acquistate un cane, chiedete la storia familiare ed evitate quelli con casi simili in famiglia.
  • L’ingestione di un corpo estraneo (ostruzione nell’intestino o nello stomaco). Come per i gatti, questi incidenti sono del tutto prevenibili evitando di lasciare in giro oggetti che non possono passare attraverso l’intestino. Biancheria intima, calze, collant, monete e giocattoli. Fornite al cane giocattoli indistruttibili.
  • Rottura di un legamento del ginocchio. Per evitarla evitate che il cane si affatichi quando è stanco e non esasperatelo con sessioni di esercizio troppo intense.
  • Fratture o rottura delle ossa. Molto spesso causate da incidenti stradali. Per prevenire utilizzate un guinzaglio nel traffico e non lasciate correre da solo il cane quando ci sono situazioni di pericolo. Nei cani di piccola taglia possono essere causate da cadute o dall’essere calpestati. Prestatevi particolare attenzione.

[Fonte: Petplace]

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>