Poste Italiane, cani finalmente ammessi negli uffici

di Fabiana Commenta

Finalmente i cani avranno libero accesso agli uffici postali di tutta Italia: le nuove regole vengono dettate direttamente via social da Poste Italiane su twitter, all’indirizzo istituzionale @PosteNews.

 

L’accesso ai cani nella sala al pubblico degli uffici postali è consentito nel rispetto delle seguenti condizioni: che siano sempre al guinzaglio a una misura non superiore a metri 1,50 e che indossino una museruola in caso di rischio per l’incolumità di persone o animali. 

Queste le poche, ma indispensabili regola da seguire per far sì che i cani possano accedere negli uffici postali di tutta Italia. Una decisione arrivata dopo le innumerevoli richieste da parte delle associazioni animaliste italiane e accolta adesso con un a certa soddisfazione. 

Buone notizie: sì ai cani negli uffici postali. Ma @Postenews lo dica chiaramente a filiali e utenti, nel rispetto dei diritti dei cittadini, dei quattro zampe e della buona convivenza!

Risponde la Lav al Twitter sollecitando anche che le filiali e gli utenti siano correttamente informati delle nuove modalità consentite di accesso nel totale rispetto dei quattro zampe, ma anche della buona convivenza nei 12mila uffici postali di tutta Italia. 

L’auspicio da parte delle associazioni animaliste è che adesso venga anche affisso un cartello che consenta e senza ombra di dubbio agli animali l’accesso all’interno degli uffici postali, ovviamente nel totale rispetto delle regole. 

Animalisti Italiani onlus chiede in particolare a Poste Italiane di rimuovere il cartello di divieto nei 12.845 uffici postali suggerendo anche di affiggere in sostituzione un vademecum con il nuovo regolamento previsto con un plauso a Poste Italiane che ha confermato di farsi portavoce di un gesto di “progresso morale e civile”.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>