Parco Canile allagato a Milano, amici a 4 zampe in salvo

di Redazione 1

Il Parco Canile di Milano, struttura d’eccellenza realizzata soltanto 6 anni fa e costata circa 6 milioni di euro, è stato completamente distrutto a causa dell’esondazione del fiume Lambro. Il danno è ingente e non solo di natura economica. A pagarne le conseguenze, saranno i tanti amici a 4 zampe, cani e gatti, che erano ospiti all’interno.

Parco Canile allagato

Come ha spiegato Gianluca Comazzi, consigliere a Palazzo Marino di Forza Italia:

L’emergenza è scatta la scorsa notte: tanti i volontari che si sono precipitati al canile e hanno trovato i cani completamente allagati, con l’acqua fino al collo. Nel gattile, inoltre, mancano all’appello diversi gatti, certamente annegati.

Le operazioni di recupero non sono state semplici. Una parte degli ospiti del Parco canile è stata accolta dalla Lega Nazionale del Cane, mentre gli altri sono stati indirizzati in diverse strutture per far fronte all’emergenza. L’associazione, già nei giorni scorsi, aveva chiesto aiuto per comprare o ottenere cibo umido per gli ospiti del rifugio. Ora che i cani sono anche aumentati non riescono a far fronte alle esigenze di tutti gli animali.

Oltre al cibo c’è bisogno di asciugamani, coperte e detersivi. Chi si trova a Milano può donare quello che può al Rifugio della Lega del cane di Segrate (Milano) in Via Redecesio 5/a, è aperta tutti i giorni dalle 9.30 alle 12 e dalle 14.30 alle 17. In alternativa, potete chiamare al numero 02 2137864 oppure scrivere a [email protected]

Come ha aggiunto il consigliere Comazzi:

E’ vergognoso che il Comune di Milano, pur sapendo che era una struttura a rischio, non abbia fatto nulla per arginare o evacuare prima gli animali ospitati. Il sindaco Pisapia dovrà rispondere del disastro e prendere provvedimenti drastici. Quello che è successo è inaccettabile.

Via e Photo Credit| Aidaa

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>