Dare un osso al cane, è davvero una buona idea?

di Redazione 6

osso-caneMolte persone danno per scontato che si possa dare un osso al cane senza problemi e conseguenze. E’ opinione comune che i nostri amici a quattro zampe adorino masticare gli ossicini. Inoltre, essendo le ossa naturali devono necessariamente essere indicate per il nostro cucciolo. Beh, non è necessariamente così. O almeno non sempre.

Alcune ossa possono essere infatti molto pericolose per il cane. Le ossa di pollame, anche se cotte, (e soprattutto le ossa delle zampe di pollo) possono provocare seri danni all’organismo del cane e addirittura lesionarne il tratto gastrointestinale. Se mal digeriti possono perforare il rivestimento intestinale. Le piccole ossa possono invece rimanere nella gola del cane e causarne il soffocamento, o ancora rimanere incastrate tra i denti. Le ossa più grandi, invece, possono addirittura rompere i denti. Anche le piccole ossa cotte possono essere pericolose per i cani.

D’altra parte, ci sono molti veterinari e sostenitori del cibo crudo che consigliano di dare al cane un osso, almeno occasionalmente. Masticare ossa polpose e grandi soddisfa infatti il bisogno naturale di un cane di masticare. Masticare ossa di grandi dimensioni e ossa polpose acquistate in macelleria può anche aiutare a prevenire problemi dentali per il vostro cane. Questo tipo di masticazione aiuta infatti a mantenere i denti di un cane sani e puliti.

Le ossa più grandi sono anche più sicure per il cane rispetto a quelle piccole e gli incidenti sono abbastanza rari. Le ossa polpose contengono anche sostanze nutritive e minerali di cui il cane ha assoluto bisogno. Molti cani amano le ali di pollo crudo e il collo del tacchino. Quest’ultime si possono dare al cane senza problemi, perchè sono facili da masticare e deglutire.
Se avete intenzione di dare al vostro cane un osso di grandi dimensioni da masticare accertatevi che non contenga angoli appuntiti. Eventuali bordi taglienti potrebbero ferire il vostro cane mentre mastica.

Le ossa migliori sono quelle della coda di manzo, le costole e l’agnello, il pollo e il collo del tacchino. Assicuratevi che sull’osso ci sia abbastanza carne, ma rimuovete il grasso.
Controllate sempre a vista il cane quando mastica l’osso, in modo da intervenire tempestivamente se stesse per soffocare.

Commenta!

Commenti (6)

  1. da come scrivono qui sembra che stiamo dando cianuro esplosivo ai cani. i cani in natura hanno divorato per secoli tutti tipi di ossa, e fidatevi non rimuovevano il grasso prima

    1. @FRANCO:
      In natura i cani per secoli non dormivano tutto il giorno sul tappetino del divano e nel post si parla anche di altro. Fidati, nessuno parla di cianuro esplosivo nell’osso:=))). Anzi, tutt’altro. Se lo leggi tutto il post vedrai che c’è scritto che fa anche bene alla dentatura e che vanno preferite le ossa grandi, di manzo, ecc;=))

  2. Ho dato al mio pastore tedesco un ginicchio di vitello ma una volta gli ha fatto dissenteria e la seconda volta vomito non so se sia colpa dell’osso. Mi date un consiglio! Grazie

    1. Sicuramente bisogna evitare quelle di pollo e coniglio che sono sottili e si spezzano facilmente. In ogni caso le ossa possono provocare la dissenteria nei cani che non sono abituati a consumarle.

  3. Buonasera, ho una cagnolina di razza maltese del peso di 4 Kg e vorrei sapere quanti colli di pollo o tacchino posso darle da mangiare in una settimana visto che il mio veterinario nonostante le mie perplessità insiste nel sostenere che le farebbero benissimo sia x i denti che x il pelo. Ringrazio e saluto. Susanna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>