Muoiono tredici cani nel traghetto per Livorno

di Redazione Commenta

cane traghettoGiungono voci di tragedia dall’agenzia Ansa secondo cui tredici cani sarebbero morti per asfissia a bordo di un traghetto.
Gli animali erano di razza briquet griffon vendeen e sarebbero stati trovati senza vita la mattina di sabato 4 Giugno all’interno di un pick-up imbarcato sul traghetto arrivato nel porto di Livorno al termine della traversata iniziata a Golfo Aranci, in Sardegna.
La macabra scoperta è stata fatta proprietario, un uomo sardo, degli animali, una volta arrivato a Livorno intorno alle ore 7 si è recato verso la sua automobile e non ha sentito i soliti abbai. L’uomo ha spiegato all’equipaggio della Mega Express Two di essersi accorto subito di quanto era successo perché i quadrupedi solitamente scodinzolavano e abbaiavano sempre quando lo vedevano arrivare.

L’uomo era in viaggio sul traghetto in compagnia di un collega e il figlio di quest’ultimo, alla tremenda notizia sono scoppiati in lacrime. Il viaggio era stato organizzato proprio per i cani, volevano fargli partecipare ad un concorso in provincia di Parma.

briquet griffon vendeenIl padrone ha spiegato alle forze dell’ordine di aver precedentemente effettuato viaggi simili con i suoi amici a quattro zampe, che erano dei cani briquet griffon vendeen (che potete vedere in foto) di grande valore economico, e ancor di più affettivo, una razza particolarmente richiesta per la caccia al cinghiale. I cani erano sistemati sul pick-up in sei gabbie come per gli altri viaggi compiuti dall’uomo.

Sul posto, in porto, sono intervenute pattuglie della Polmare, la Guardia di Finanza e i veterinari dell’Asl, dopo alcune verifiche esterne sulle carcasse dei cani per la diagnosi gli animali sono stati messi a disposizione del proprietario vorrebbe seppellirli se trovasse un terreno a disposizione a Livorno.

Secondo La Nazione al momento non ci sarebbero risvolti di profilo penale. Una storia che non va presa sottogamba, deve esserci stato qualche errore dietro la morte dei poveri animali.

Fonte

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>