La papera che insegnò a un bambino a camminare

di Redazione Commenta

paperaFinley Lomax era nato prematuro e in più aveva avuto un ictus da piccolo complicando una situazione già non rosea. I medici avevano così detto alla madre che non avrebbe mai potuto camminare nella vita e che sarebbe sempre rimasto seduto su una sedia a rotelle. Questo perchè durante la malattia, aveva subito una grave lesione all’area cerebrale responsabile del coordinamento dei movimenti del corpo. Gli esperti, però, non avevano pensato alla presenza di Ming Ming che in poco tempo ha allontanato la nube di sofferenza che avrebbe per sempre interessato il ragazzo e la sua famiglia.

Ming Ming è il nome di un anatroccolo disabile che ha insegnato a Finley a muovere i primi passi.La notizia riportata nei giorni scorsi dalla Reuters, racconta di un animale giocoso che è riuscito a dare lo stimolo giusto ad un bambino altrimenti condannato ad una esistenza di malattia e sofferenza. Proprio come in una moderna favola dall’immancabile lieto fine, quindi, la paperella ha ricambiato così la gentilezza di Becci, mamma di Finley. Ming Ming, infatti, non avrebbe avuto un destino migliore se non fosse stato adottato da questa donna, visto che a causa di una zampetta un poco sbilenca la sua vecchia proprietaria voleva farlo sopprimere sin da quando era un pulcino.

La famiglia Lomax impietosita dalla visione di una piccola creatura malata e bisognosa di cure, l’ha presa con sè e affidata ad un veterinario e ad un fisioterapista per capire come poterla aiutare.Le attenzioni per il cucciolo sono state tante e, alla fine, dopo molti sforzi, ha iniziato a zampettare e insieme a lui anche il bambino ha capito come muovere i primi passi. Insieme hanno fatto molti progressi superando mille barriere, dalla incomprensibilità tra uomo e animale a quello della differenza fisica: tutto è stato vinto con l’amore e una forza di volontà incredibile.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>