Kaos, il cane eroe morto per avvelenamento

di Fabiana Commenta

Nuova ennesima svolta nella morte di Kaos, il cane eroe di Amatrice. 

Il pastore tedesco è porto per avvelenamento da metaldeide, un prodotto chimico usato in agricoltura come lumachicida.

La conferma arriva dagli esami finali dell’Istituto zooprofilattico di Abruzzo-Molise anche se al momento ovviamente si sa ancora se si sia trattato di avvelenamento doloso o da assunzione involontaria da parte del cane.

Le circostanze della morte del cane saranno certamente valutate e chiarite dall’inchiesta in corso dei servizi veterinari locali e dell’autorità giudiziaria. 

Dunque resta confermata l’ipotesi iniziale di avvelenamento in seguito al ritrovamento del cadavere del cane, pochi giorni fa.

Intorno i carabinieri non avevano ritrovato alcun tipo di boccone avvelenato il che aveva anche in qualche modo avvalorato una delle ipotesi che stavano prendendo piede in queste ore.

La morte di Kaos poteva anche essere compatibile con una morte naturale per infarto, ipotesi non troppo remota che in effetti solo l’autopsia avrebbe potuto smentire. Non aveva creduto alla causa della morte naturale Fabiano Ettorre, istruttore e conduttore di Kaos che aveva subito pensato all’avvelenamento.

I risultati adesso confermano l’avvelenamento anche se non è ancora certo se si sia trattato di un incidente.

Nonostante il colpo di scena dell’ultima ora, restano sempre vive le richieste di Enpa che indica pene più severe per i reati contro gli animali. È importante, anche in casi del genere, continuare a solleticare le istituzioni e le autorità per attivare le procedure previste per i casi di avvelenamento cercando di creare anche in deterrente in vista di eventuali e volontari futuri avvelenamenti.

KAOS MORTO DI INFARTO? 

photo credits | Facebook

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>