Iguana verde, l’alimentazione

di Redazione 1

Iguana verde alimentazione

L’iguana verde è un bellissimo rettile erbivoro, e si nutre principalmente di foglie e in parte di fiori e frutti. Nonostante molti studi abbiano osservato questo tipo di regime alimentare sin dalla nascita e mantenuto per tutto il ciclo vitale, è ancora diffusa l’idea che l’iguana possa o debba essere alimentata anche con cibi di origine animale (insetti compresi). Questa falsa credenza, purtroppo, continua a procurare alle iguane enormi danni. Non a caso, infatti, gli errori alimentari sono tra le cause più frequenti di malattia e morte prematura in questi rettili.

Fornire all’iguana verde una dieta bilanciata, pur essendo vegetariana, non è così semplice come sembra, soprattutto perché non disponiamo dei vegetali di cui si nutre in natura nelle foreste pluviali, ed è quindi necessario ripiegare su vegetali di composizione diversa. Per nutrire questo rettile, che da adulto può arrivare ad essere lungo anche 1,5 metri e a superare i 5 chili di peso, si può scegliere tra le diete casalinghe (insalate per iguane), con vegetali di vario tipo o diete pronte che si vendono nei negozi per animali.

Le diete preparate in casa mescolando vari tipi di vegetali sono abbastanza complesse perché è difficile calcolare la giusta composizione di proteine, fibre, calcio e altri nutrienti importanti affinché la dieta risulti bilanciata. Secondo le linee guida, la dieta deve essere costituita per il 90% da vegetali a foglia tra i più ricchi di fibra e calcio (insalata romana, scarola, radicchio, insalata belga, bietole, foglie di vite, di ibisco e di gelso, tarassaco ed erba medica) e per il restante 10% da fiori (ibisco, nasturzio, petali di rosa, viola, gerani) e frutta. È necessario, inoltre, integrare con il carbonato di calcio. Chiaramente, l’acqua deve essere sempre a disposizione in abbondanza. I pasti devono essere somministrati tutti i giorni negli esemplari in crescita, 4-5 volte alla settimana agli adulti.

Le diete pronte, ma ben formulate, cioè complete sotto tutti i punti di vista, sembrano al soluzione ideale, anche se il costo è decisamente maggiore. L’unico problema è che queste diete non sempre sono formulate con la consulenza di veterinari nutrizionisti e soprattutto mancano studi a lungo termine che ne dimostrino la bontà.

Via|SIVAE – Società Italiana Veterinari Animali Esotici, Photo Credits|ThinkStock

Commenta!

Offerte e promozioni

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>