I pesci entrano nell’acquario

di Giulia 2

pesce_rosso_chicco_riso

Uno dei momenti più belli per l’acquariofilo è quell Things To Do To Get Your Ex Back o in cui, dopo tanti sforzi, può finalmente godere della presenza degli ospiti nella propria vasca. Raramente però si pensa che, per i nostri piccoli amici, questo non è il miglior momento della loro vita.

Passare dalla vasca del negoziante alla nostra può essere un trauma: valori diversi, temperatura diversa, lo stress del trasporto sono tutti fattori che possono colpire la salute della fauna, con conseguente aumento del tasso di mortalità dovuto a stress e malattie. Fortunatamente, con alcuni piccoli accorgimenti, possiamo diminuire al massimo i rischi di ambientamento.

Come prima cosa, il trasporto: il sacchetto deve essere il più possibile oscurato e tenuto stabile, cercando di evitare scossoni e cadute. Ricordate inoltre che in caso di viaggio lungo, possiamo portare l’acqua ad una temperatura sensibilmente diversa di quella originaria, per cui può essere utile prepararsi con contenitori di polistirolo adatti al contenimento del sacchetto. Arrivati a casa, come prima cosa, apriamo il sacchetto e lo facciamo lievemente aerare, in modo da garantire l’ossigenazione dell’acqua.

A questo punto, spegniamo le luci della vasca (ricordate che fino ad ora il sacchetto era stato oscurato, per cui il pesce si è abituato al buio) e immergiamo il sacchetto all’interno dell’acquario: in questo modo otterremo una lenta variazione della temperatura fino ad avere, dentro al sacchetto, un valore del tutto simile a quello in vasca. Questa operazione dovrebbe durare almeno venti minuti.

Una volta che le temperature esterna ed interna del sacchetto saranno circa uguali, potete passare ad introdurre, tramite un recipiente o una siringa senza ago, piccole quantità d’acqua dell’acquario nel sacchetto: in questo modo, il pesce avrà il tempo di abituarsi gradualmente ai nuovi valori dell’acqua, senza uno sbalzo improvviso. Consigliamo di ripetere l’immissione di acqua per due o tre volte.

Svolte queste operazioni, il nostro ospite è pronto ad essere immesso in vasca: consigliamo di limitare al massimo la quantità d’acqua nel sacchetto che entra in acquario. Non sapendo cosa ci sia nelle vasche del nostro negoziante, questo semplice accorgimento ci permette di ridurre le possibilità di introdurre potenziali sostanze inquinanti o patologie nel nostro acquario.

Cercate di essere delicati con i pesci durante l’estrazione del sacchetto: se si rivelano molto timidi, meglio aspettare qualche istante per mettergli di tranquillizzarsi, mentre altri, sentendo la corrente, saranno più pronti ad uscire.

Non preoccupatevi se il nostro amico, appena introdotto, si andrà a nascondere: deve conoscere il nuovo ambiente, per cui potreste vederlo spaurito, con colori smorti e nascosto in qualche angolo. Dategli tempo, ed evitate di somministrare cibo per almeno un giorno, in modo da lasciargli il tempo di diventare padrone dei suoi spazi.

Things To Do To Get Your Ex Back

Commenta!

Commenti (2)

  1. Grazie per queste comodissime mini-guide!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>