Gatto con le zampe incastrate nel tombino

di Redazione Commenta

Gatto zampe incastrate tombino

Se l’è vista brutta il gattino rimasto incastrato con le zampe anteriori tra le grate di una caditoia orizzontale per l’acqua su via Scalinata della stazione a Marino, in provincia di Roma. Fortunatamente sono intervenuti gli agenti della Polizia locale e una volta liberato è stato affidato alle cure del servizio veterinario della Asl RmH.

Il micio, notato da alcuni passanti, che poi hanno chiesto la collaborazione della Polizia, aveva il musetto ferito e gli arti fratturati. Tutto farebbe pensare che non si sia trattato di un semplice incidente, ma di un atto intenzionale. Sul posto è intervenuto anche il consigliere Stefano Cecchi, che ha documentato l’accaduto anche con immagini fotografiche riportate sul suo profilo Facebook. Il consigliere ha espresso anche la speranza che il piccolo Romeo, così è stato “battezzato” il gatto, possa recuperare l’uso delle zampette e ritornare a correre nelle strade di Marino.

A ringraziare per la collaborazione i cittadini e la Polizia locale anche il sindaco Fabio Silvagni:

Grazie alla sollecitudine e alla partecipazione di tutti, un piccolo animale è stato tratto in salvo e assicurato alle cure del servizio veterinario della Asl RmH. Ora ci affidiamo alla Polizia locale per la ricostruzione della dinamica, dalla quale auspichiamo emergano caratteristiche di esclusiva accidentalità per l’accaduto. Altrimenti sarebbe solo la tristezza a velare un episodio, vile, perpetrato senza motivazione alcuna, ai danni di un piccolo essere indifeso”.

Onestamente, non mi sorprenderebbe se venisse fuori che ad incastrare le zampe del gattino sia stato qualcuno. L’essere umano è capace di molto peggio.

Photo Credit| Thinkstock

 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>