Gatto con Felv e problemi respiratori

di cinzia iannaccio Commenta

Richiesta di consulto veterinario su Gatto con Felv e problemi respiratori
Salve, Il 9 marzo il mio gatto di quasi 3 anni -Romeo-ha cominciato a vomitare ogni cosa che mangiava (il vomito era schiumoso). Preoccupata il giorno dopo l’ho portato dal veterinario che mi ha dato degli antibiotici e delle punture per evitare il vomito e del cibo secco/umido per i problemi di gastrite. Se non gli fosse passato poi avremmo fatto delle analisi. Non smette di stare male nonostante le cure, continua a vomitare e lo abbiamo riportato dal vet, dove ha fatto anche un’ecografia per valutare la presenza di eventuali corpi estranei. Non è risultato niente. Lunedì 10 gli sono state fatte le analisi del sangue, ed è risultato positivo alla leucemia felina (felv). ……

felv e problemi respiratori gatto

..Mi è crollato il mondo addosso. Romeo ha continuato a vomitare e ad avere i linfonodi ingrossatissimi: faticava a respirare. Il 18 l’ho portato a fare un’altra ecografia e si è scoperto che ha del liquido, non si sa di quale natura, che gli schiaccia i polmoni. Mi hanno detto che potrebbe essere un tumore o un problema cardiaco, in ogni caso molto grave perché presente in tanta quantità e si potrebbe riformare nell’ arco di poco tempo se tolto. Non so cosa fare… sono disperata.

 

Tipo di consulto: Veterinario Generale
Tipo di problema: Felv e problemi respiratori gatto

 

 

Risponde il dottor Fabio Maria Aleandri, Medico Veterinario e direttore sanitario del Centro Veterinario Aleandri, con sede in Roma. Per contatti diretti mail [email protected]  www.ambvetaleandri.eu

 

Gentile Sig.ra Non posso darle una diagnosi da quello che mi dice. Le possibilità sono diverse: una malattia cardiaca è possibile, però dall’ecografia si dovrebbe evidenziare. Un tumore è anch’esso possibile, per es un linfoma potrebbe comportarsi così considerando anche l’ingrandimento dei linfonodi. Potremmo anche mettere tra le diagnosi differenziali la FIP (peritonite infettiva felina) . Queste almeno le ipotesi più probabili. In questi casi può essere di aiuto un’analisi del versamento con esame citologico, un esame ematobiochimico completo con elettroforesi e i test per le principali malattie infettive.  Per la cardiopatia una ecocardiografia se non è stata già fatta. Devo però dire che generalmente quando c’è un imponente versamento toracico ci troviamo di fronte a patologie serie e non sempre curabili. Il liquido si riformerà molto probabilmente, l’unico modo per sperare di evitare una recidiva è scoprire la causa e portare avanti una terapia specifica. Cordiali saluti. Dott. Fabio Maria Aleandri Medico Veterinario

 

 

Leggi anche:

Leucemia felina (FeLV): sintomi, contagio e sviluppo della malattia

 

 

 

 

 

Se avete altre domande da porre ai ns veterinari potete visitare la pagina dedicata e riempire il form:

Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets

Il nostro “Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets” non fornisce diagnosi online e neppure la prescrizione di farmaci. Si tratta di un servizio di informazioni ed orientamento che mai potrà essere considerato sostitutivo di una visita specialistica diretta con il medico veterinario. L’invio della domanda corrisponderà all’accettazione di questa condizione di utilizzo.

Per le emergenze rivolgersi al servizio veterinario più vicino.

 

Photo Credits | mholka / Shutterstock.com

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>