French Bulldog, le malattie più comuni

di Valentina Commenta

Quali sono le malattie più comuni del French Bulldog? Questa razza di cane, tra le più amate anche dagli italiani, per via della sua costituzione e del fatto che non sempre gli standard di razza vengono rispettati, spesso soffre di problemi di salute che è bene conoscere prima di adottare o comprarne un esemplare.

Attenzione alle allergie nel bulldog francese

Essere preparati sulle potenziali patologie che il cane scelto potrebbe trovarsi ad affrontare consente di potersi prendere cura del proprio amico a quattro zampe in modo corretto: va detto che tra tutte le razze di questa famiglia, quella del bulldog francese sembra essere una delle meno delicate, stando al giudizio degli esperti. Le principali malattie che colpiscono questi cani sono allergie, congiuntivite, displasia dell’anca, sordità, occhi a ciliegia, stenosi delle narici e sindrome respiratoria brachicefala. E  ancora palato mollo allungato, colosso laringeo, problemi a carico della spina dorsale, mielopatia degenerativo, lussazione rotulea, cataratta e problemi alla tiroide.

Partiamo con il conoscere meglio quelli che possono presentarsi con maggiore frequenza: le allergie. Questo disturbo è favorito nella comparsa dalla forma brachicefala della testa e da una predisposizione genetica: in questo caso si parla sia di allergie alimentari che a farmaci o stagionali e ambientali. I sintomi sono variabili e vanno dal prurito alla pelle arrossata, fino ad arrivare a irritazione oculare, starnuti, diarrea e zampe gonfie. Gli allergeni che scatenano reazioni in particolare sono i pollini, muffa, acari, piume, pulci, fumo di sigaretta tra i tanti. È sempre bene affidarsi alle cure di un veterinario per poter approcciare i problemi di salute nel modo giusto.

Displasia dell’anca e congiuntivite molto diffuse

Anche la displasia dell’anca è un problema comune per i cani di questa razza e se non viene curata può causare forte dolore e limitazione delle attività: non riescono gli esemplari infatti a salire le scale, a saltare. In questo caso un buon approccio è quello della prevenzione che deve passar per la giusta dose di esercizio da fare, il seguire una dieta corretta per evitare il sovrappeso ed evitare allo stesso tempo traumi alle zampe dati da salti o altre attività potenzialmente pericolose. I medici consigliano anche supplementi di vitamina E e vitamina C.

La congiuntivite, che può avere cause allergiche, patologiche o provenire da irritazione o secchezza oculare deve essere curata dal medico onde evitare che peggiori e possa mettere a repentaglio una visita. Per quel che concerne la sordità è importante far eseguire al cucciolo un controllo entro i sei mesi di vita: si tratta infatti spesso di un problema di tipo congenito.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>