Frate Bigotes, il cucciolo adottato dai francescani

di Emma 1

Si chiama Frate Bigoetes e vive presso il convento francescano a Cochabamba, in Bolivia. Ma non è un frate qualsiasi, bensì un cucciolo francescano. Tutto è cominciato qualche mese fa quando il piccolo è stato portato da padre Kasper Kapron all’interno della comunità dei frati.

frate bigotes, cane, cucciolo

I frati si sono immediatamente affezionati al piccolo, lo hanno ribattezzato Bigotes e hanno cominciato a trattarlo proprio come uno di loro: gli hanno cucito addosso addirittura un saio su misura che Frate Bigotes sembra indossare con un certo orgoglio. E sembra che si sia perfettamente adeguato alla regole del convento francescano che l’ha accolto donandogli affetto e una casa.

 

SANT’ANTONIO ABATE, TORNA LA BENEDIZIONE DEGLI ANIMALI

Inseparabile dai frati, li segue in ogni dove e li accompagna nel corso della giornata pronto a farsi anche fotografare con il suo saio. Quella di Frate Bigotes è una bella storia di accoglienza e adozione e non a caso i frati francescani rispettano la regola di San Francesco d’Assisi, il protettore degli animali. D’altra parte se papa Giovanni Paolo II nel lontano 1980 aveva proclamato San Francesco protettore degli animali e degli ecologisti, il 4 ottobre, giorno in cui si celebra San Francesco in occasione della morte del santo, è anche la giornata mondiale dedicata agli animali durante la quale vengono tradizionalmente benedetti.

 

E se tradizionalmente è Sant’Antonio Abate il protettore degli animali, anche San Francesco ha sempre predicato l’amore e la solidarietà nei confronti degli animali, creature di Dio, parlando con loro come risulta dall’iconografia tradizionale. E di certo i frati francescano del convento di Cochabamba hanno regalato a Bigotes una casa e tanto affetto.

 

photo credits | instagram

Commenta!

Commenti (1)

  1. NÅ‘ vagyok,55 éves.A menü:anyukám receptje alapján készített borlevesrántott ponty,rántott karajlila hagymás burgonya saalzta,mÃjoné¡es burgonya.Saját mákos,diós beigli,lányom féle isteni zserbó szelet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>