Raro cucciolo di delfino ucciso dai selfie

di Redazione 2

Bestialità, infinita bestialità, umana. La disgrazia di un cucciolo di una rara specie di delfino è stata quella di imbattersi in esseri umani, una volta arrivato troppo vicino alla riva su una spiaggia di una famosa località balneare argentina, Santa Terecita. Se non avesse avuto questa sfortuna, ora sarebbe vivo. E invece, notato da bagnanti in acqua, è stato tirato fuori, catturato, sollevato in aria, esposto come un trofeo, maneggiato da chi voleva fotografarlo e farsi un selfie con lui. Intanto moriva per disidratazione, insolazione, certo anche paura. Quando è stato rimesso in acqua, era ormai troppo tardi.

 

Cucciolo di delfino catturato dalla folla

Povero cucciolo di delfino di una specie rara, chiamata pontoporia, classificata come ‘vulnerabile’ nella lista rossa delle specie minacciate redatta dalla International Union for Conservation of Nature.

Era in acqua, nel suo elemento naturale quando, forse disorientato, è finito a riva sulla spiaggia di Santa Terecita (a nord ovest di Buenos Aires).

Avvistato da bagnanti è stato tirato fuori dall’acqua, esibito, sollevato, circondato da una folla che di umano non aveva proprio nulla, tanto esaltata quanto feroce, mossa dalla frenesia di toccarlo, passarselo di mano in mano, foografarlo. I selfie ne hanno cagionato la morte tra mancanza d’acqua, caldo, sole cocente.

A quanto pare anche un altro piccolo esemplare di delfino francescano, perché così pure si chiamano, ha subìto lo stesso trattamento, ma si è miracolosamente salvato. Un turista, Hernan Coria ha fotografato l’accaduto e messo le foto su Facebook da cui è evidente la follia collettiva. Trascinato in questa arena psicotica, agonizzante, il piccolo è stato poi abbandonato come un giocattolo non più d’interesse.

La Wildlife Foundation Argentina intervenuta sul caso, ha lanciato l’ennesimo allarme: questi animali che si trovano solo in Argentina, Uruguay, Brasile, vanno lasciati in pace e, se si trovano in spiaggia, vanno rimessi subito in mare. Ma in questo orrendo episodio, a parte l’ignoranza, non c’è stata neanche un po’ di delicatezza, di rispetto di una creatura vivente, al limite un briciolo di buon senso. Si calcola che in Argentina ne siano rimasti meno di 30 mila esemplari di delfini francescani. In natura possono vivere 20 anni. Ma, come appena raccontato, se incontrano l’uomo, possono avere i minuti contati.

 

Fonte buzzfeed.com

Foto di Hernan Coria via Facebook

Commenta!

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>