Le difese naturali sono maggiori nei gatti

di Redazione Commenta

Studi recenti hanno dimostrato che le difese naturali sono maggiori, in linea di massima, nei gatti che, appaiono più forti e con una salute meno cagionevole dei cani. Il micio, inoltre, dimostra pure in questo caso, una grande indipendenza ed è più veloce e più bravo a guarire da solo. Ognuna delle sue mucose, in particolare, ha sviluppato nel corso dei secoli, straordinarie capacità di rigenerarsi. Quando qualche infezione attacca l’apparato digerente, molto delicato negli amici a quattro zampe, l’organismo si mette subito in moto per eliminare i batteri ed ecco che compaiono i primi sintomi. E’ chiaro che soltanto un veterinario potrà dirvi con esattezza come mai il cucciolo presenta un determinato disturbo, ma quasi sempre riesce a riprendersi nel giro di pochi giorni di fronte a semplici malesseri.

In questo modo, il corpo risponde con la febbre per distruggere gli agenti patogeni che non resistono alle alte temperature, mentre ad esempio l’inappetenza rende non disponibile il Ferro che permette il moltiplicarsi dei batteri. Nel frattempo i globuli bianchi cercano di cacciare gli invasori. Un pò come capita negli uomini, le difese immunitarie a volte compiono dei silenziosi miracoli e neppure abbiamo il tempo di accorgerci della lunga battaglia che si è combattuta dentro di noi. Alla fine, può presentarsi la diarrea che serve a dare il colpo decisivo e cioè, elimina le tossine che si sono accumulate nell’organismo.

Le terapie farmacologiche, quasi sempre, velocizzano i processi di risanamento interni almeno quando l’animale domestico si trova in uno stato psicologico normale. Si perchè proprio come succede alle persone anche gli altri esseri viventi possono soffrire di stress, depressione, ansia che non fanno altro che peggiorare la situazione e, talvolta, a provocare altre malattie. L’affetto del padrone, la sua vicinanza e un pò di coccole, non di rado si dimostrano come una efficace medicina, o almeno quella che rende più veloce ogni trattamento.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>