Curare gli occhi del carlino

di Redazione Commenta

carlino

Oggi ci occupiamo di una razza canina molto simpatica, che però a causa di alcune sue caratteristiche necessità di alcuni accorgimenti: ecco allora come curare gli occhi del carlino. Il carlino è caratterizzato da occhi piuttosto sporgenti e globosi rispetto al muso, che gli permettono un’ottima visione periferica ma che lo espongono ad alcuni traumi spesso accidentali.

I carlini sono quindi più sottoposti rispetto ad altre razze a subire lesioni agli occhi, per cui fate veramente molta attenzione ad esempio ai graffi dei gatti e di altri cani, spine, spigoli o altri urti, che possono facilmente lesionare la cornea dei carlini anche in modo grave. Nel caso in cui si verifichi una di queste situazioni, ricordatevi di lavate l’occhio ferito con una soluzione fisiologica, o con acqua borica, tamponando la ferita con una pezza pulita: non utilizzate il cotton fioc o cotone idrofilo perchè potrebbero lasciare fastidiosi pelucchi all’interno dell’occhio del cane, poi difficili da togliere.

Ovviamente dopo aver tamponato e pulito bene l’occhio, correte immediatamente dal vostro veterinario di fiducia per escludere lesioni importanti alla cornea. In generale ricordatevi di mantenere pulito l’occhio del vostro amico peloso anche quando non si fa male: basterà pulirli un paio di volte la settimana con una soluzione apposita o anche solo con acqua pulita, vedrete che il vostro amico a quattro zampe vi ringrazierà per queste attenzioni!

Infine un ultimo accorgimento: l’occhio del carlino non ama nè le correnti d’aria, nè la polvere. Anche per queste motivazioni ricordatevi quindi di non esporlo alle correnti dirette e di stare attenti che la polvere non si depositi nell’occhio, seccandolo: un controllo dal veterinario sarà utile anche per escludere eventuali problemi di palpebra che si arrotola o di ciglia impiantate male, due patologie di cui questa razza canina potrebbe soffrire.

Foto credits: Thinkstock

Diventa Fan di TuttoZampe!
https://www.facebook.com/TuttoZampe

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>