Collare elettrico vietato ufficialmente in Italia

di Redazione 1

Collare elettrico vietato ufficialmente Italia

La sentenza della Corte di Cassazione del 17 settembre scorso che ha definito l’uso del collare elettrico per addestrare il cane un maltrattamento lascia ben sperare sull’esistenza, o meglio, la fine, di questo strumento di tortura per i nostri amici a 4 zampe, impiegato da alcuni  “teorici” per indirizzare fido e reprimere comportamenti molesti. Ma è davvero così?

Del collare elettrico ne abbiamo parlato diverse volte per via di Cesar Millan, ma non solo e state pur certi che non l’abbiamo mai fatto in termini di utilità, tutt’altro… il collare elettrico, infatti, produce scosse di varia intensità sul collo dell’animale su imput del proprietario con un apposito telecomando a distanza per ammonire il cane quando fa il “cattivo”. L’utilizzo di questo strumento di vago richiamo medievale, è stato vietato ufficialmente nel nostro Paese dopo il ritrovamento di un cane che vagava incustodito munito di collare elettronico. Il proprietario è stato condannato per aver detenuto il povero sventurato “in condizioni incompatibili con la sua natura, e produttive di gravi sofferenze.

Per quanto la sentenza ci faccia piacere, tuttavia ci resta qualche perplessità al riguardo. È vero, infatti, che l’uso è stato bandito, ma la vendita? Quella, purtroppo no! E ci sembra onestamente un grande controsenso. È come dire chiunque può comprare il collare elettrico, a patto però di non usarlo… e allora, per quale motivo acquistarlo? Purtroppo quello che accadrà, anche dopo questa sentenza, è che il collare continuerà ad essere impiegato, non solo da quegli addestratori che campano di gare sportive, ma anche e soprattutto dai cacciatori.

Forse non basterebbe nemmeno il divieto di vendita per arrestare il fenomeno, con internet, infatti, si potrebbe sempre acquistare all’estero dove l’uso è ancora consentito, ma certo, almeno, sarebbe un ottimo deterrente all’acquisto. La cosa più triste è che per addestrare un cane non serve affatto ricorrere al collare elettrico e lo dimostra il fatto che tanti professionisti cinofili ne fanno a meno.

Photo Credit| Thinkstock

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>