Cinture di sicurezza per cani obbligatorie in auto?

di cinzia iannaccio 2

cinture sicurezza cani obbligatorieIl New Jersey potrebbe diventare il primo Stato a ad utilizzare cinture di sicurezza obbligatorie per gli animali domestici. E’ infatti stato presentato al riguardo un preciso disegno di legge che sta riscuotendo numeroso interesse ed a breve sarà votato. La notizia l’ho trovata qualche giorno fa ma credo comunque che valga bene una seria riflessione.

La promotrice del disegno di legge è Grazia Spencer, già proprietaria di un volpino, un coniglio e 5 gatti. Chiaramente il suo intento è quello di preservare il più possibile la sicurezza degli animali in viaggio e non di costringerli immobili legati da una cintura. Verrebbero infatti utilizzati dei dispositivi ad hoc. Nel caso di inadempienza, la legge prevede una multa fino a 1.000 dollari (cifra importante che verrebbe applicata solo ai casi più gravi equivalenti  a maltrattamento, come nel caso di un cane trasportato su un camion senza protezione), nessuna multa invece in caso di utilizzo di gabbie.

La nostra normativa circa il trasporto degli animali domestici non prevede questo aspetto. In Inghilterra un anno fa un’inchiesta ha dimostrato come la maggior parte dei proprietari di cani e gatti sarebbe favorevole all’utilizzo di cinture di sicurezza obbligatorie, ma in Italia cosa si pensa al riguardo? Di sicuro l’obbligatorietà poco piacerebbe ad un popolo come il nostro che ancora non ha imparato ad indossare la propria di cintura, e poi c’è il discorso che questa può essere troppo costrittiva e fastidiosa per gli animali.

Negli Stati Uniti però sono già pronti da questo punto di vista. Anzi, già nel maggio scorso sono state lanciate sul mercato delle innovative cinture di sicurezza per animali, della marca Zerimax, di facile utilizzo e poco ingombro per l’animale, rispetto a quelle poche già commercializzate,  con un costo che oscillerebbe tra i 20 ed i 30 dollari. Ne ho visto le foto ed oggettivamente ricordano una pettorina comune e dunque non sembrano essere fastidiose per il cane o gatto in questione. E’ in realtà già boom di vendite (dal 22 settembre scorso anche con offerta Groupon) segno evidente che un desiderio di protezione esiste, al di fuori della obbligatorietà. Che ne pensate amici di Tutto Zampe?

Foto: Thinkstock

 

 

Commenta!

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>