Due oche condannate si danno l’ultimo bacio (FOTO)

Due oche, maschio e femmina, una coppia che ha trascorso una vita insieme, costrette a separarsi perché mandate al macello. Il maschio assiste al prelevamento della sua compagna e vorrebbe salvarla. Non possono fare altro che scambiarsi un ultimo straziante bacio che esprime sofferenza, paura, delicatezza e amore indicibile tra loro, al di là di gni nostra umana previsione o meschino pregiudizio. Le immagini diffuse sul social cinese Weibo stanno facendo il giro del mondo sconvolgendo i nostri ‘assetti’ mentali. Ancora convinti che gli animali non abbiano anima, coscienza, e non provino amore, dolore del distacco, sentimenti?

 

bacio-tra-due-oche

 

L’amore ti mette le ali! – foto

Sembrerà assurdo ma tra poco più di un mese molte coppie si ritroveranno abbracciati in qualche locale per festeggiare San Valentino. Insomma, non facciamo in tempo ad accantonare una festività che ne arriva subito un’altra, siete già pronti a far venire fuori tutto il vostro romanticismo e la dolcezza che conservate appositamente per questo giorno? I nostri amici piumati si, questa galleria fotografica lo dimostra. Guardate come sono dolci questi piccoli e grandi volatili, intenti a dimostrare il proprio amore alla loro dolce metà, a San Valentino come in qualsiasi altro giorno dell’anno.

fenicotteri innamorati

Mangiatoie per uccelli di design (foto)

Non solo cani e gatti nelle nostre case: sono in tanti ad avere scelto come animale domestico un uccello o un pappagallino. Spesso questi animali vengono detenuti in delle voliere, di grandi dimensioni e con tutti i comfort possibili. Oggi vi proponiamo alcuni esempi di mangiatoie per uccelli tutte di ultimissima generazione e di grandissimo design, per avere un accessorio non solo utile, ma anche cool!

Mangiatoie per uccelli

Estate a colori, 10 volatili dalle piume variopinte

uccello tropicale fiore

Estate è da sempre sinonimo di colore, rinascita e vivacità! Il sole dona ad ogni oggetto, persona e animale, una luce diversa, sotto il segno della positività! Per rallegrarvi abbiamo deciso di mostrarvi una variopinta gallery che rappresenta bellissimi volatili dal piumaggio coloratissimo! Alcuni sono più vicini a noi di quanto possiamo immaginare, ma spesso non ci rendiamo conto della loro bellezza.

Il canarino rosso, ovvero il volatile colorato

canarino rosso

A differenza di quello che comunemente si pensa, il canarino rosso non è il frutto della mutazione di un canarino giallo, bensì è il risultato dell’ibridazione con il Cardinalino del Venezuela, è quindi il suo brillante colore rosso è dovuta alla capacità del canarino di sintetizzare i caroteni in rosso invece che in giallo.

C’è da dire, comunque, che il colore rosso di questo volatile è dovuto anche alla somministrazione di coloranti sintetici durane la muta, con l’obiettivo di ottenere una tonalità più brillante; i coloranti più usati, che vengono generalmente mescolati nel cibo o nell’acqua, sono il betacarotene, la cantaxantina e il carofil rosso. Secondo gli allevatori, un buon canarino rosso deve presentare una colorazione uniforme e brillante, che non tenda né all’arancio né al viola.

Pappagalli: immagini e un po’ di notizie

pappagalli (15)

Psittaciformes. Ovvero l’ordine a cui appartengono una gran moltitudine di uccelli, noti a tutti come Pappagalli. La diffusione di questi animali è avvenuta principalmente nelle zone tropicali e subtropicali del mondo, Africa, Oceania, India e Asia sudorientale.

Possiamo riconoscere i pappagalli da alcune caratteristiche fisiche:

  • La posizione del corpo, che a differenza di quella di molti altri (piccoli) volatili non è piegata, ma tende ad essere eretta;
  • Il becco ricurvo, che ricorda quello dei rapaci (falchi e avvoltoi ad esempio), e che rende il pappagallo specializzato nell’apertura dei frutti o dei semi legnosi;
  • La mandibola superiore non si fonde con il cranio, in questo modo i pappagalli possono effettuare dei movimenti piuttosto sciolti con il becco e con la testa;
  • Il numero delle dita delle zampe, che sono quattro e sono opposte tra loro e accoppiate a due a due;
  • E infine la caratteristica forse più famosa: alcune specie riescono a imitare e riprodurre suoni e voci umane.

I pappagalli che meglio riproducono suoni e parole sono i Cinerini, ovvero quelli di colore tendente al grigio, e anche quelli della specie Ara più grandi (quelli dal caratteristico colore rosso e blu). Quando sono liberi in natura i pappagalli comunque tendono a non imitare suoni e versi, questa loro tendenza si sviluppa quando sono tenuti in cattività e instaurano un rapporto affettivo con i loro proprietari. I pappagalli infatti spesso “parlano” o per attirare l’attenzione o anche quando qualcuno, principalmente il loro padrone, si avvicina e tende ad instaurare una sorta di dialogo con loro. Questa capacità sembra sia data dal fatto che numerose loro emissioni vocali, proprie della specie, somiglino ad alcune consonanti e vocali del parlato umano, e quindi per i pappagalli risulta estremamente semplice riprodurre dei suoni così simili alla loro “lingua”.

I canarini, un canto lungo cinquecento anni

canarino foto 1A rendere molto popolare il canarino (Serinus canaria L) tra gli animali domestici più gettonati in tutto il mondo hanno contribuito, senza ombra di dubbio, il canto soave ed il cinguettìo allegro degli esemplari maschi della specie. Benchè oggi siamo abituati a vederne sia nei negozi specializzati che nelle abitazioni private, prima di finire in gabbia per allietare le case silenziose di noi uomini ovviamente il canarino domestico era una specie selvatica. Proveniente, e questo spiegherebbe la particolare denominazione, dalle isole Canarie. Questa specie fu importata per la prima volta in Europa nel corso del lontano 1500.

Nel corso dei successivi 500 anni, molti allevatori europei hanno fatto proliferare con successo l’allevamento e la vendita di canarini. Nella regione di Harz, in Germania, quello dei canarini è diventato il business principale. L’Harz Roller è ormai famoso in tutto il mondo. Gli allevatori hanno ben presto sviluppato diversi tipi di canarino. Già nel XVIII secolo, se ne contavano ventinove varietà.

L’inseparabile, il pappagallino per eccellenza

varie-03-Inseparabile-del-Madagascar

I pappagallini del genere Agapornis vengono comunemente chiamati inseparabili per il fatto che sono sempre distribuiti a coppie all’interno delle colonie che formano in natura e questa loro unione dura per tutta la loro vita. Questa tipologia di volatili è orginaria del continente Africano, in particolare è presente sugli altipiani dell’Etiopia: il loro nome deriva dal greco e significa uccelli dell’amore.

Il maschio di inseparabile è facilmente distinguibile per la sua fronte rossa, mentre nuca, dorso, collo ed ali sono di un bel color verde erba brillante uniforme, il petto, ventre e fianchi verde di una tonalità più chiara. Le femmine invece sono caratterizzate dalla fronte verde, e dagli occhi bruni con la pupilla nera contornata da un sottile anello giallastro.

Gli inseparabili sono uccelli particolarmente longevi: la loro vita media si aggira sui 20 anni. Ogni anno covano una o al massimo due volte, e le femmine possono deporre fino a 30 uova per covata! In libertà questa tipologia di volatili si muove in gruppi molto numerosi, dei veri e propri gruppi famigliari che difficilmente si disgregano: ogni attività diurna e notturna avviene insieme, il gruppo è unito e compatto!