Problemi di cataratta nel cane

di Redazione 8

cataratta caneLa cataratta è uno dei problemi più comuni  tra quelli che possono interessare l’occhio degli animali domestici. Un disturbo oculare che riguarda un po’ tutte le razze, sia cani che gatti, a qualsiasi età, anche se effettivamente questa condizione patologica si riscontra molto più spesso in alcune razze di cani, tra le quali ci sono anche  i cockers ed i barboncini.

In condizioni normali la lente trasparente consente la visione facendo in modo che i fasci di luce si concentrino sulla retina. La cataratta è una interruzione del regime normale delle fibre della lente che interferisce con la vista, interrompendo parzialmente o completamente la chiarezza della lente. La cataratta può essere molto piccola e non interferire in modo significativo con la facoltà visiva del vostro animale domestico, ma quando diventa abbastanza densa ed estesa, la vista può essere perduta completamente.

Non è insolito per gli occhi del cane assumere una tonalità grigio-blu man mano che l’animale avanza con gli anni. Come parte normale del processo di invecchiamento, la lente diventa più spessa, facendo apparire gli occhi più grigi. Questa condizione, chiamata sclerosi nucleare, di solito si verifica nei cani sui sei anni di età e in genere non altera la visione. Pertanto il trattamento di questa condizione non si rivela neanche necessario.
La cataratta invece può essere sia ereditaria sia dovuta alla vecchiaia. Condizioni ereditarie sono la causa più comune della cataratta e possono essere presenti alla nascita o svilupparsi quando l’animale è molto giovane. Esse possono anche essere causate da lesioni esterne o da malattie come il diabete. Se la cataratta del vostro animale domestico dipende da una causa secondaria, come il diabete, il trattamento di questa condizione può ridurre di conseguenza anche la cataratta.

Non vi è alcuna terapia medica efficace per la cataratta. Non si tratta di una condizione dolorosa, ma a causa della perdita della vista il vostro cane perde anche il senso dell’orientamento. La vista può essere ripristinata quasi totalmente con la chirurgia. Un veterinario specializzato in oculistica può rimuovere chirurgicamente la lente, sostituendola con una di plastica o una protesi di acrilico trasparente per consentire una visione più mirata. La chirurgia della cataratta ha generalmente un tasso del 90-95% di successo, ma è anche una procedura molto delicata che richiede ampie cure post-operatorie da parte del proprietario dell’animale domestico.
Dopo l’intervento chirurgico, il vostro cane dovrà indossare un collare di protezione (collare di elisabetta) fino alla guarigione completa e bisogna tenerlo calmo e tranquillo. Più volte al giorno bisognerà applicare un collirio.
Insieme al vostro veterinario si può decidere se la cataratta ha colpito la vista del vostro cane abbastanza da giustificare un intervento chirurgico.

Commenta!

Commenti (8)

  1. la mia diana a 12 anni .Ho scoperto da poco che ha il diabete mellito la stò curando con l’insualina.Devo fargli fare la curva glicemica fra pochi giorni,per trovare la cura giusta d’insulina.sono preoccupato per la cataratta però il veterinario mi ha detto che è operabile questo mi conforta tanto.se voletomandarmi un vostro commento al riguardo vi ringrazio,Antonio

  2. Ho un westy di 10 anni. L’anno scorso abbiamo scoperto che ha una cataratta senile ad entrambe gli occhi , il veterinario mi consiglia di farlo visitare da uno speculiate ed eventualmente di farlo operare perche’ altrimenti potrà avere nel tempo dolore. La spesa e’ onerosa, e’ vero che soffrirà qualora non venisse operato?

  3. Ho un westy di 10 anni. L’anno scorso abbiamo scoperto che ha una cataratta senile ad entrambe gli occhi , il veterinario mi consiglia di farlo visitare da uno speculiate ed eventualmente di farlo operare perche’ altrimenti potrà avere nel tempo dolore. La spesa e’ onerosa, e’ vero che soffrirà qualora non venisse operato?

    1. Ciao Alessia, non conosco il caso specifico del tuo cane ed ai miei non è mai capitato, solitamente ci si fida del parere del veterinario. Conosco cani di miei amici che non soffrono con la cataratta (anche se ovviamente la qualità della vita cala sensibilmente e bisogna controllare non si facciano male). Prova a farla vedere da uno specialista ed eventualmente decidi, potresti provare con i veterinari della Asl o rateizzare i costi della parcella se troppo onerosa.
      A presto
      Paola

  4. salve, mi chiamo Francesco sono di Piacenza ho una cagnolina di 36 mesi afflitta da cataratta congenita senza cause esterne (tipo il diabete) mi può indicare qualche posto dove posso operarla senza costi eccessi poiché qua mi anno chiesto duemila euro circa per tutti e due gli occhi

    1. ciao Francesco, non conosco veterinari in zona Piacenza ma magari prova a sentire dalle associazioni animaliste della tua zona (es. enpa Tel. 0523/757093) se per caso hanno delle convenzioni per poter spendere meno..

  5. salve la mia cagnolina di ben 10 anni purtroppo inizia a dare i primi segni d’invecchiamento infatti entrambi gli occhi hanno assunto un leggero color grigio-blu all’inizio ho pensato che fosse cataratte ma poi ho letto della sclerosi nucleare e sono più propenso a credere che sia questo il suoi caso ma in ogni caso come si fa a capire se si tratta dell’una o dell’altra?inoltre nel caso di cataratte è più consigliabile agire con un intervento in fase iniziale od aspettare un po il progredire della malattia?sai mi dispiacerebbe davvero tanto perchè il nostro cane nonostante i suoi 10 anni e ancora molto vivace e giocherellona al punto che stupisce chiunque e non vorrei che restasi priva della vista, visto che è ancora molto attiva.la ringrazio e cordiali saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>