Cani ottimisti o pessimisti?

di Redazione Commenta

cani ottimisti

Ma i cani possono essere ottimisti o pessimisti?  Uno studio rivela che anche gli amici a quattro zampe possono vedere le cose bianche o sempre nere. Lo studio è stato fatto da una ricercatrice dell’Università di Sydney, la dottoressa Melissa Starling esperta di comportamento animale. Si tratta di uno studio utile, secondo la ricercatrice, soprattutto per tutti gli animali da utilità, nel contesto di un lavoro o di un servizio sociale. Spiega la dottoressa Starling:

Ai cani è stata insegnata l’associazione a due diversi suoni (due ottave diverse) a seconda se vogliano ottenere la ricompensa preferita in latte o nella stessa quantità di acqua. Una volta che i cani hanno imparato la differenza di associazione, vengono fatti loro ascoltare due suoni diversi da quelli appresi. Se i cani rispondono comunque dopo quei suoni ambigui, ciò dimostra che si aspettano accadano cose buone e per questo sono ottimisti.

Secondo la ricerca, un cane con una personalità ottimista si aspetta che gli accadano sempre cose positive e non teme le cattive, inoltre è più propenso ad affrontare i rischi e quando qualcosa non va secondo i piani non si scoraggia. Diverso invece il caso di un cane pessimista, che si scoraggia, si fida meno dell’uomo e delle novità e non affronta tutte le situazioni dando il meglio di sè. Non è detto che un cane pessimista sia meno felice degli altri, semplicemente ha un diverso modo di affrontare le cose.

Un esempio pratico di applicazione di questo studio? Un cane pessimista potrà essere senza dubbio un miglior cane guida per ciechi, in quanto più prudente, mentre un cane ottimista sarà perfetto per la ricerca di esplosivi, perchè ha una maggiore propensione a gettarsi nelle situazioni sconosciute affrontando maggiormente i rischi connessi.

Foto credits: Thinkstock

 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>