Cani avvelenati a Verona, Genova e Roma, come comportarsi?

di Stefano Petrone 3

bocconi avvelenatiUno dei momenti che preferisco della giornata sono le passeggiate con il mio cane, sarà che sono una persona che adora camminare, che al parco si socializza tantissimo, che mi piace vederlo divertire, ci sono però casi in cui il giretto al parco con il proprio cane diventa una tragedia cioè quando una “persona” lascia appositamente delle esche avvelenate per uccidere i nostri inseparabili amici.

E’ quello che sta succedendo a Genova nel quartiere bene di Carignano  in via Ruffini, tanto da far intervenire la Polizia di Stato dopo la segnalazione di una proprietaria che insospettita da bocconi lasciati per terra, ha prontamente chiamato la Polizia.
Il cane della signora è venuto a contatto con i bocconi ed è stato ricoverato, erano talmente intrisi di veleno che il solo contatto creava problemi anche a noi umani.

Verona, non si può dir niente se qualcuno è contrario alla caccia, ma se la protesta porta ad uccidere altri animali allora c’è una forte contrapposizione di ideali. A Rosegaferro, provincia di Verona, da un paio di giorni moltissimi cani da caccia e non sono rimasti intossicati o sono addirittura morti per avvelenamento dopo aver attraversato un percorso per cacciatori.

A Roma sono stati trovati bocconi avvelenati nel parco giochi di via Vela, analizzati dall’Arpa e dalla ASL presentano metaldeide un pesticida contro le lumache e potrebbero contenere anche topicida.
La prima regola è guardare cosa fa il cane, so che è difficile setacciare il terreno come fa lui, ma ad ogni dubbio interveniamo immediatamente allontanando il cane o con il guinzaglio o con un richiamo da un possibile boccone sospetto.

E’ utile insegnare al cane a non raccogliere schifezze per strada, nei prossimi articoli vi spiegherò come farlo, anche se l’intervento è un palliativo, dato che anche un lieve contatto porta all’intossicazione, qualora vedessimo la bocca del cane piena agiamo immediatamente con il comando “lascia”, se lo conosce, oppure aprendogli la bocca.

Se il cane no vi da retta in nessun modo è utile il trucco della pallina, in passeggiata si lascia in bocca una pallina al cane, se vedete che la lascia anche per un istante attenzione che non raccolga schifezze per strada e intervenite immediatamente.

Se il vostro Fido dovesse ingerire un boccone sospetto la prima cosa da fare è stare calmi, prendere il prima possibile una bottiglia di acqua e sale, capiremo quando usarla dal momento in cui il cane inizierà a tremare e si sdraierà.
Apriamogli la bocca e facciamogli bere l’acqua salata in modo da farlo vomitare, dopo la prima scarica fategli ancora bene acqua e sale in modo da fargli vomitare l’anima, in questo modo riuscirete a prestare un primo soccorso.
Caricatelo in un mezzo di trasporto e portatelo immediatamente dal veterinario.

Vi consiglio la lettura in merito all’avvelenamento anche di questi articoli: http://www.tuttozampe.com/avvelenamento-farmaci-animali-domestici/9686/ e http://www.tuttozampe.com/avvelenamento-da-arsenico-nel-cane/5020/ sperando che non dovrete mai incorrere in queste situazioni.

Commenta!

Commenti (3)

  1. Aggiungo anche la notizia che purtroppo ci sono avvelenamenti anche a Frosinone, attenzione quindi.

  2. Non ce piu rispetto ,fra poco i cani dovranno volare per passeggiare ,pero le persone ammazzare ,pisciare e delinquere va bene ,gli danno persino gli animali fastidio!!!!!!!!! non ce piu religione come si dice!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>