Calore gatto nonostante sterilizzazione, che fare?

di cinzia iannaccio Commenta

Richiesta di consulto veterinario su calore gatto nonostante sterilizzazione
Ho una gatta sterilizzata a maggio 2018 -dopo la sua prima cucciolata -che continua ad andare in calore. Il veterinario mi disse che era tutto a posto e che poteva dipendere o da un fattore psicologico o era rimasta qualche pezzetto di ovaio che col tempo sarebbe atrofizzato. Le tre figlie sterilizzate sempre dallo stesso veterinario non hanno avuto alcun problema. Sembrava che i calori stessero finendo, ma ora ne ha avuti tre nel giro di sei settimane. Cosa bisogna fare in questo caso? Grazie mille.

 

Tipo di consulto
Veterinario Generale
Tipo di problema
Calore gatto nonostante sterilizzazione, che fare?

 

Risponde il dottor Fabio Maria Aleandri, Medico Veterinario e direttore sanitario del Centro Veterinario Aleandri, con sede in Roma. Per contatti diretti mail [email protected] www.ambvetaleandri.eu

 

 

Gentile Sig.ra La persistenza di calori dopo la sterilizzazione può dipende da un residuo ovarico o dal persistere di un ovaio intero. Nel primo caso può succedere che , al momento di rimuovere l’organo, qualche pezzo anche piccolo possa rimanere in sede. A volte può bastare che se ne stacchi un frammento e che questo si innesti in qualche punto all’interno dell’addome. Può poi succedere, ma è molto raro, che non si rimuova per scelta o per distrazione uno delle due ovaie. Questa ovaio residua provoca normali cicli estrali.
Per capire se effettivamente è presente un residuo ovarico si possono fare due cose. Prima di tutto una ecografia . Tuttavia se non troviamo nulla non possiamo escludere il problema. In seconda battuta si possono fare dosaggi ormonali (LH) o test di stimolazione con buserelin.
Se si conferma la presenza di residui ovarici si può cercare di rimuoverli chirurgicamente. Non sempre è fattibile e, a volte non si trovano. Una alternativa potrebbe essere un trattamento con deslorelina. Si tratta di impianti sottocutanei che sopprimono i calori per circa 18 – 24 mesi. Si fanno un paio di trattamenti e se il residuo è piccolo potrebbe inattivarsi. Comunque prima di fare qualcosa (chirurgia o farmaci) bisogna essere certi del problema.
Cordiali saluti

Dott. Fabio Maria Aleandri

Medico Veterinario

 

Leggi anche:

Gatta in calore, rimedi per alleviare i sintomi?

Ogni quanto viene il calore al cane?

 

Se avete altre domande da porre ai ns veterinari potete visitare la pagina dedicata e riempire il form:

Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets

Il nostro “Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets” non fornisce diagnosi online e neppure la prescrizione di farmaci. Si tratta di un servizio di informazioni ed orientamento che mai potrà essere considerato sostitutivo di una visita specialistica diretta con il medico veterinario. L’invio della domanda corrisponderà all’accettazione di questa condizione di utilizzo.

Per le emergenze rivolgersi al servizio veterinario più vicino.

Foto: Thinkstock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>