Bracco portoghese: carattere e allevamento

di Redazione Commenta

Bracco portoghese carattere allevamento

Il Bracco portoghese, detto anche Pointer portoghese, è un cane da ferma di media-piccola taglia, molto intelligente e affettuoso. Le sue origini si fanno risalire a cani provenienti dall’Oriente e pare che sia il diretto discendente dei vecchi cani della penisola iberica. Probabilmente, infatti, era presente in Portogallo già sul finire del XIV Secolo.

Bracco portoghese: carattere

Il Bracco portoghese, nonostante la statura contenuta (i maschi non superano i 56 cm di altezza al garrese), è un cane dall’ossatura molto forte e dai muscoli robusti. Possiede una testa massiccia e quadrata, mentre il muso è piatto. È una razza molto docile e affettuosa, è, infatti, un eccezionale cane da compagnia. Non è incline ad abbaiare, è molto discreto in casa e difficilmente crea problemi.

Il Bracco portoghese è una razza pulita, facile da mantenere, che si presta alla vita famigliare. Essendo un instancabile camminatore ha comunque bisogno di esercizio fisico quotidiano e di trascorrere più tempo possibile all’aria aperta. È un animale sempre molto disponibile, e da buon cane da ferma possiede un ottimo olfatto.

Il Pointer portoghese presenta una struttura molto proporzionata, il pelo è corto, liscio e folto, di colore giallo-camoscio, può avere delle macchie bianche sulla testa, sul torace e sulle zampe. La testa è quadrata, le orecchie triangolari e piatte. Ha un’espressione viva e intelligente e occhi grandi e scuri.

Bracco portoghese: allevamento

Il Bracco portoghese è abbastanza comune in Portogallo, mentre poco nel resto dell’Europa. In Italia, infatti, questa razza non è particolarmente diffusa, tanto che non esistono allevamenti riconosciuti, ma solo allevatori amatoriali. Ad esempio, un cucciolo di Bracco portoghese, con genitori provenienti da allevamenti selezionati in Portogallo possono costare intorno ai 500 euro.

Il Bracco italiano, caratteristiche e comportamento

Pointer inglese: caratteristiche, allevamento e prezzo

Setter inglese: caratteristiche, alimentazione e allevamento

Via|ENCI; Photo Credit| Wikipedia

 

 

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>