Il bracco italiano, caratteristiche e comportamento

di Redazione 4

bracco italiano

Dopo la vittoria del cane Axel all’Eukanuba World Challenge 2009, abbiamo pensato di presentarvi le caratteristiche della razza a cui appartiene il nostro campione e cioè il bracco italiano.

Il bracco  è una razza molto antica, formatasi, probabilmente dall’incrocio del cane da corsa con un Molosso; già nell’antica Roma ed in Egitto esistevano cani per la caccia agli uccelli, e in quasi tutta Europa esistevano dei bracchi, e quello italiano è certamente fra i più antichi. Grazie alla sua costituzione fisica molto forte e alla sua attitudine all’andatura svelta, questo cane è adatto a qualsiasi genere di caccia, anche se si è formato lungo i secoli soprattutto in quella agli uccelli.

Il bracco italiano ha una conformazione vigorosa e solida, con un aspetto serio, intelligente ma anche moto bonario; possiede la testa dolicocefala con una protuberanza occipitale ben sviluppata, le orecchie cadenti e morbide, il torace ampio e profondo, la groppa muscolosa e corta, gli arti robusti e la cosa mozza. Il colore del mantello è in genere bianco, arancio pallido, marrone, con il pelo corto, fitto e lucente. Per quanto riguarda la taglia, i maschi possono misurare dai 58 ai 67 cm, e le femmine dai 55 ai 62 centimetri, per un peso compreso tra i 25 e i 40 chilogrammi.

Il bracco italiano è un cane assai docile per natura, molto diligente, intelligente e attento nella cerca dettagliata e al trotto; è molto affettuoso e veloce nell’apprendimento, il che lo rende adatto a qualsiasi tipi di caccia. Ama gli ambienti rustici e tranquilli e possiede un carattere amabile ed equilibrato.

 

Commenta!

Commenti (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>