Animali domestici, italiani secondi in Europa

di Fabiana Commenta

Italiani popolo di poeti, di navigatori e di amanti degli degli animali domestici: gli italiani sono secondi in Europa per possesso degli animali domestici che popolano il 52% delle nostre case. 

conto , banca, animali domestici, enpa, Sette consigli convivenza domestica animali

Gli animali domestici popolano soprattutto le case di separati e divorziati (nel 68% dei casi) confermando che si tratta di veri animali da animali  e dei single (nel 54% dei casi). 

I dati arrivano dall’analisi effettuata dal Censis ‘Il valore sociale dei medici veterinari’ che conferma la presenza di ben 53,1 animali da compagnia ogni 100 abitanti nel nostro Paese: l’Italia si colloca così al secondo posto con Europa, cedendo lo scettro all’Ungheria (che resta al primo posto con il 54,2 animali domestico ogni 100 persone), e davanti alla Francia (con 49,1 di animali ogni 100 abitanti) al terzo posto, alla Germania (con 45,4 animali ogni 100 abitanti) al quarto posto, alla Spagna (con 37,7 animali ogni 100 abitanti) al quinto posto e Regno Unito (ogni 34,6 cittadini) al sesto posto. Sono ben 32 i milioni di animali domestici con il primo posto di 12,9 milioni conquistati dagli uccelli. Seguono 7,5 milioni di gatti, al terzo posto 7 milioni di cani, 1,8 milioni di piccoli mammiferi (in particolare criceti e conigli), 1,6 milioni di pesci, seguiti da 1,3 milioni di rettili. 

Anche la spesa è notevole: nel 2017 le famiglie italiane hanno speso 5 miliardi di euro per la cura e il benessere dei loro animali domestici con un incremento del +12,9% negli ultimi tre anni e con una media 371,4 euro all’anno per ogni famiglia con animali che vengono destinati non solo al cibo, ma anche a tanti altri prodotti indispensabili, collari, guinzagli, ovviamente gabbie, lettiere senza dimenticare la toletta e le cure veterinarie. 

ANIMALI DOMESTICI, ECCO PERCHÈ RIDUCONO LE ALLERGIE DEI BAMBINI

photo credits | thinkstock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>