Allestimento dell’acquario d’acqua dolce: tecnica ed accessori.

di Giulia Commenta

acquario01-1024

Dopo aver visto una panoramica delle operazioni preliminari da svolgere per poter allestire la nostra vasca, passiamo ad elencare alcuni consigli utili per scegliere correttamente gli accessori che utilizzeremo nel nostro acquario.

La scelta del filtro e dei materiali filtranti risulta fondamentale per la realizzazione di un acquario. Una scelta sbagliata può rendere una vasca bellissima un inferno per chi la abita. Prima di tutto, valutiamo la portata oraria del filtro, che dovrebbe essere dalle 4 alle 8 volte superiore del litraggio netto della vasca. Quindi per un acquario di 100 litri netti, è consigliabile scegliere un filtro con portata oraria di almeno 400 litri/ora. Fondamentali sono anche i materiali filtranti scelti per il nostro filtro.

Questi materiali avranno lo scopo di ospitare parte della flora batterica utile all’equilibrio chimico della vasca e trattenere resti biologici e sostanze inquinanti. Quelli più utilizzati sono cannolicchi, lana di perlon, spugne biologiche. Sconsigliato è l’uso del carbone attivo, che a lungo andare rilascia sostanze nocive nella vasca.

L’illuminazione della vasca è determinante per consentire il normale ciclo biologico delle piante e dei pesci, oltre a permetterci di godere del risultato dei nostri sforzi. Una buona regola generale è quella di scegliere la quantità di Watt per ogni litro assecondando le esigenze delle piante introdotte: una forte illuminazione in una vasca allestita con piante che necessitano poca luce porterà alla rapida proliferazione di alghe, mentre una luce insufficiente causerà una sofferenza delle piante stesse. Un buon valore di luce misurata in Watt/litro può essere tra lo 0,5 e lo 0,8 (quindi per 100 litri netti, cercheremo di ottenere un’illuminazione che va dai 50 agli 80 W). Inoltre, sono consigliabili temperature di colore tra i 4000 e i 7000 °K .

Il riscaldatore deve essere acquistato in base alla dimensione della vasca e al riscaldamento del locale dove viene allestiamo l’acquario. Occorre tenere presente che gli sbalzi di temperatura possono essere fatali per pesci ed altri ospiti, per cui occorre prestare massima attenzione al riscaldamento dell’acqua. Consigliamo, una volta individuato il wattaggio adatto alla vasca, di dividerlo in due riscaldatori distinti, in modo da poter contenere i danni nel caso di rottura o malfunzionamento del riscaldatore stesso.

Un consiglio utile in questa fase è quella di appoggiarvi ad un negoziante di fiducia, che vi aiuti nella scelta degli accessori e che possa, di volta in volta, seguirvi nei vostri acquisti in base all’acquario che volete allestire.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>