Alimentazione gatto cucciolo di Maine Coon, che fare?

di cinzia iannaccio Commenta

Richiesta di consulto veterinario su alimentazione cucciolo gatto
Buongiorno, ho appena adottato un Maine Coon di 3 mesi e 11 giorni di taglia XXL. E’ un gatto fantastico, gode di ottima salute, è un giocherellone ma allo stesso tempo pacato. L’allevatore da cui l’ho preso mi ha consigliato di preparargli una volta al giorno il cibo umido (generalmente 80g o di pesce bollito o di pollo/maiale/bovino alla piastra) e di lasciargli sempre le crocchette a disposizione (ho acquistato quelle specifiche Maine Coon Kitten). Ho notato che però quando ci vede mangiare inizia a miagolare e a fissarci come volesse chiedere del cibo; ho provato allora a dargli 20 ml circa di latte al mattino, a pranzo 2 cucchiaini di cibo in scatola e a cena l’umido come consigliato dall’allevatore e puntualmente divora tutto con appetito. Le crocchette che ha sempre a disposizione, fino alla sera sono quasi finite. Pesa 3.2 kg, non è magro ma nemmeno grasso. Sto agendo in modo corretto? Posso fare delle migliorie? Ho letto che i gatti non digeriscono il latte, il mio ne va matto e non ha nessun tipo di problema; posso continuare a darglielo? Grazie delle vostre risposte.

dieta gatto cucciolo

 

 

 

Tipo di consulto: Veterinario Generale
Tipo di problema: Alimentazione gatto Maine Coon di 3 mesi
Risponde il dottor Fabio Maria Aleandri, Medico Veterinario e direttore sanitario del Centro Veterinario Aleandri, con sede in Roma. Per contatti diretti mail [email protected] www.ambvetaleandri.eu

 

 

Gentile Sig.ra, Lasciare sempre le crocchette a disposizione va incontro alle abitudini alimentari del gatto (fare tanti piccoli pasti) ma favorisce anche una assunzione eccessiva di alimento. Per ora è in accrescimento e i problemi sono pochi, ma da adulto questo può predisporre all’obesità. Il mio consiglio quindi è di definire una dose giornaliera di crocchette e suddividerle in più pasti. Nella maggior parte dei casi gli animali dopo lo svezzamento non digeriscono bene il latte. Dal momento che il suo utilizzo non apporta niente di più all’alimentazione dei mici se ne sconsiglia l’uso. Il ricorso a cibo cucinato va bene, ma andrebbe definita una dieta un po’ più equilibrata, utilizzare solo proteine porta ad una eccessiva assunzione delle stesse insieme ad uno scarso apporto di calcio. Questo può interferire con il metabolismo del calcio e alla lunga favorire problemi renali. In alternativa può utilizzare un cibo pronto umido. Il mio consiglio è di contattare un collega che si occupi di nutrizione e farsi consigliare sui tipi di alimenti e sulle dosi. Cordiali saluti Dott. Fabio Maria Aleandri Medico Veterinario

 

 

 

 

Leggi qui tutte le risposte del Dott. Fabio Maria Aleandri medico veterinario

 

 

 

Se avete altre domande da porre ai ns veterinari potete visitare la pagina dedicata e riempire il form:

Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets

Il nostro “Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets” non fornisce diagnosi online e neppure la prescrizione di farmaci. Si tratta di un servizio di informazioni ed orientamento che mai potrà essere considerato sostitutivo di una visita specialistica diretta con il medico veterinario. L’invio della domanda corrisponderà all’accettazione di questa condizione di utilizzo.

Per le emergenze rivolgersi al servizio veterinario più vicino.

Foto: Thinkstock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>