Alimentazione casalinga per il gatto

di cinzia iannaccio Commenta

Richiesta di consulto veterinario
Buongiorno, vorrei gentilmente sapere che tipo di alimentazione fatta in casa posso dare al mio gatto siamese di 4 mesi,che purtroppo va pazzo per il fegato ma so che non posso darglielo piu’di due volte alla settimana, non voglio nutrirlo con cibo industriale, aiutatemi perché su internet trovo di tutto e di più’ e non capisco niente,  e il mio veterinario, anche se bravo, potrebbe solo suggerirmi prodotti industriali perché fa parte del business che sta intorno appunto al cibo industriale per gatti e cani. p.e. posso dargli tonno al naturale? Aiutatemi

alimentazione casalinga gatto

Tipo di consulto Veterinario Generale
Tipo di problema alimentazione casalinga gatto

 

Risponde il Dott. Salvatore D’Anna, medico veterinario, direttore sanitario del Centro Polifunzionale Veterinario “Domitio” e del canile “Arteinsieme”(Caserta –Napoli) . Per contatti diretti, mail [email protected]

 

 

Non si tratta di “far parte del business dei prodotti commerciali”, semplicemente il suo veterinario le consiglia determinati prodotti per una questione di comodità e praticità, dato che le aziende mangimistiche investono parte dei ricavi nella ricerca nutrizionale al fine di proporre diete sempre più bilanciate per i fabbisogni nutritivi dei nostri amici quadrupedi. Considerate innanzitutto che, essendo principalmente carnivori, il tenore proteico della trazione giornaliera non dovrebbe essere inferiore al 35-40%, per incentivare lo sviluppo della massa magra (muscoli), soprattutto nella fase di accrescimento. Pesce e carni bianche, sbollentate per ridurre il rischio di contaminazioni batteriche e/o parassitarie, sono altamente indicate (quindi anche tonno al naturale). Dal 25 al 30% di carboidrati (riso in primis) e un ulteriore 20% di grassi grezzi (per l’apporto fondamentale di omega-3 e omega-6). La restante percentuale in fibre grezze, utili alla motilità intestinale. Da non sottovalutare la presenza nella dieta di taurina, aminoacido fondamentale alla salute del gatto, vitamine (in particolar modo le A, D, E, C), calcio e fosforo.
Ricapitolando: pollo, tacchino o pesce, una manciata di riso, olio di salmone (o in alternativa olio di fegato di merluzzo), un po’ di verdura e frutta…facile!(?)

Distinti saluti,
Dr Salvatore D’Anna

 

 

 

Se avete altre domande da porre ai ns veterinari potete visitare la pagina dedicata e riempire il form:

Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets

Il nostro “Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets” non fornisce diagnosi online e neppure la prescrizione di farmaci. Si tratta di un servizio di informazioni ed orientamento che mai potrà essere considerato sostitutivo di una visita specialistica diretta con il medico veterinario. L’invio della domanda corrisponderà all’accettazione di questa condizione di utilizzo.

Per le emergenze rivolgersi al servizio veterinario più vicino.

 

 

 

Photo Credits | Uzhursky / Shutterstock.com

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>