Cymric, il gatto senza coda

di Daniela Commenta

Cymric

La razza di gatto Cymric è stata selezionata dal Manx e il suo nome deriva dal celtico e si pronuncia “cumric”. Il Cymric si caratterizza per il mantello dal pelo semilungo ma molto morbido e compatto e dalla mancanza della coda persa in seguito ad una mutazione; proprio a causa di questa sostituzione genetica le femmine partoriscono pochi cuccioli.

Il gene responsabile della mutazione è semi-letale, vale a dire che i cuccioli omozigoti, cioè quelli che hanno ereditato da entrambi i genitori il gene, muoiono nel grembo della madre all’inizio dello sviluppo fetale. I cuccioli che riescono rimanere in vita sono quelli che hanno ereditato solo un gene della mancanza della coda, mentre l’altro gene possiede una coda normale: proprio per evitare questi seri problemi, i gatti di razza Cymric non devono essere accoppiati tra di loro.

L’aspetto di questo gatto è quello di un animale molto robusto e compatto, e in effetti è proprio così:  il torace è largo, la groppa è più alta delle spalle e i fianchi sono più larghi che in ogni altra razza; anche la testa, che è leggermente più lunga che larga, poggia su un collo corto e robusto; le zampe anteriori sono più corte di quelle posteriori, ma l’ossatura è molto robusta. Per quanto riguarda i colori del mantello sono ammessi tutti, tranne quelli che derivano da ibridazioni.

Il Cymric è un gatto molto attivo e intelligente che non si spaventa facilmente; è socievole e affettuoso, e ama giocare; si adatta senza problemi alla vita da appartamento ma adora anche stare all’aria aperta. Riesce a convivere tranquillamente con altri animali e ama le novità. Il suo pelo semilungo necessità di due spazzolature alla settimana con un pettine o una spazzola, per rimanere morbido e omogeneo.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>