Dog parking in ufficio? Magari, ma è solo una proposta dell’ENPA

di cinzia iannaccio Commenta

Un dog parking in ufficio? Un sogno per molti di noi, dite la verità. E’ un gran dispiacere lasciare in casa il cagnolone o il nostro miciomiao, anche nella migliore delle ipotesi, che abbiano cioè un bel giardino in cui scorazzare o una buona compagnia.L’Enpa (Ente nazionale protezione animali) del Piemonte, ha proposto questa iniziativa all’Unione degli industriali di Torino, ponendo l’accento su un “tasto” a questi molto prezioso: l’aumento della produttività dei lavoratori dipendenti. Di fatto è vero, si sa. Gli animali fanno bene alla salute a partire da quella psicologica. Realizzare laddove possibile una sistemazione per gli amici a quattro zampe sarebbe utile  infatti per tutti i lavoratori, come ha spiegato lo stesso Giovanni Pallotti presidente dell’Enpa di Torino:

“Come dimostrano i benefici della pet therapy, ormai universalmente riconosciuti, la presenza degli animali determina un profondo stato di benessere fisico e psicologico nelle persone, specie sul posto di lavoro”

Del resto, pet theraphy o meno, chi ama gli animali ci tiene a tenerli comodi ed al sicuro. Dove dunque se non in un ambiente confortevole nei pressi della scrivania del proprietario amorevole? Devo dire che non tutti possono essere d’accordo: chi lavora lontano ad esempio o non si sposta con dei mezzi consoni al trasporto degli animali domestici, per non far soffrire il proprio pet non accetterebbe: pensate ad un cane o un gatto in un autobus nell’ora di punta! Sarebbe però già bello poterci pensare, immaginare un Paese, come l’Italia essere all’avanguardia…..In rete non ho trovato commenti positivissimi al riguardo, nei forum. In molti sostengono che c’è la crisi e la disoccupazione e che questo è l’ultimo dei problemi.

In parte è vero, ma suppongo che se un’azienda arriva ad offrire un dog parking ai propri dipendenti, vuol dire che è un’ azienda innovativa, “illuminata” attenta al benessere dei propri dipendendi e di quello degli animali. Il che non guasterebbe neppure  a livello pubblicitario. Questi esperimenti di produttività con gli animali in ufficio, sono già in voga anche in altre parti del mondo e stanno portando notevoli successi e chissà che nel nostro paese in qualche raro caso non accada già. E voi cosa ne pensate? Al via il nostro nuovo sondaggio.

[poll id=”5″]

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>