Demodicosi cani: sintomi, causa, prevenzione e cura della “Rogna Rossa”

 
cinzia iannaccio
16 ottobre 2011
commenti

demodicosi o rogna rossa cane1 Demodicosi cani: sintomi, causa, prevenzione e cura della Rogna RossaLa demodicosi conosciuta comunemente come “rogna rossa” è una malattia infiammatoria della cute del cane causata da alcuni parassiti che albergano i follicoli piliferi dell’animale, si tratta di alcune specie di acari  Demodex.  Non sono ben chiare le cause dello sviluppo della malattia, certo è che questi acari sembrano trasmettersi dalla mamma cane ai suoi cuccioli già dai primi giorni di vita. Tali parassiti sono infatti riscontrabili anche in animali perfettamente sani. Questi però (si presuppone per delle predisposizioni genetiche ed immunitarie) ad un certo punto, nel cane adulto cominciano a riprodursi in maniera eccessiva e a provocare le lesioni tipiche della rogna ma anche problemi di salute gravi. La rogna rossa è tipica dei cani e dei gatti non si trasmette in altri animali, men che meno nell’essere umano.


I sintomi della rogna rossa o demomicosi

La gravità dei sintomi è riconducibile al tipo di acaro demodex presente e possono essere localizzati (viso, tronco gambe ) o riguardare tutto il corpo. Stiamo parlando di alopecia (caduta dei peli), arrossamento della cute, ma anche comparsa di squame e pericolose e dolorose lesioni.

Come si fa la diagnosi di demodicosi o Rogna rossa canina?

Per la diagnosi di questa malattia del cane, va raschiato un leggero strato di cute lesionata, o anche il pelo, per controllare la presenza dell’acaro nei follicoli, il tutto da analizzare al microscopio. Una visita generale dell’animale insieme ad un’analisi delle urine o altri test per escludere altre patologie daranno la cetezza della diagnosi di rogna rossa.

La cura della rogna

Se localizzata la demodicosi può guarire anche spontaneamente (90% dei casi) benché sia importante tenere sotto controllo il cane per verificare che le lesioni non si allarghino. Per gli animali con forme di demodicosi generalizzate invece è necessaria una terapia intensiva. Questa può prevedere l’assunzione quotidiana di compresse o sciroppo fino a trenta giorno dopo la guarigione (test negativo) oppure l’applicazione di un liquido (in fialette) dietro le scapole, ogni 7-14 giorni o spugnature ogni tre -4 giorni, fino alla certezza dell’eradicazione della rogna. In tutti i casi questi farmaci provocano effetti collaterali: debolezza, perdita di appetito, vomito, etc. Sono transitori, ma ne va comunque data comunicazione al medico veterinario che ha assegnato il trattamento. E’ importante curare anche tutti i problemi che si presentano contemporaneamente, come le infezioni batteriche, le parassitosi intestinali o la filariosi ed evitare all’animale ogni stress.

La demodicosi si guarisce definitivamente?

Purtroppo però la demodicosi non guarisce sempre. O meglio scompare dopo la cura ma tende a tornare con ciclicità. Per i cani in questione è prevista anche una terapia di mantenimento. Infine va ricordato che i sintomi della rogna rossa possono peggiorare in caso di calore, gravidanza ed allattamento. E’ per questo motivo che molti veterinari considerano utile la sterilizzazione delle cagne che ne sono affette. In generale vanno evitati i cortisonici ed i farmaci steroidei.

Commenta!

Articoli Correlati
Disidratazione del cane: cause, sintomi e prevenzione

Disidratazione del cane: cause, sintomi e prevenzione

Si avvicinano le giornate calde ed è importante ricordare come e perché bisogna prevenire la disidratazione nel cane. Bere è importante, per gli umani come per gli amici a quattro […]

Acne felina, cause, sintomi, cura e prevenzione

Acne felina, cause, sintomi, cura e prevenzione

L’acne felina è un problema piuttosto frequente nei gatti e consiste e consiste nella produzione eccessiva di sebo da parte delle ghiandole sebacee del mento e del contorno labbra: si […]

Congiuntivite nei gatti, prevenzione, diagnosi e cura della clamidiosi felina

Congiuntivite nei gatti, prevenzione, diagnosi e cura della clamidiosi felina

Torniamo a parlarvi di congiuntivite nei gatti (infiammazione dei tessuti intorno all‘occhio con secrezioni abbondanti),  quella comunemente provocata dal batterio unicellulare della Chlamydia psittaci e dunque definita clamidiosi. Si tratta […]

Clamidiosi nei gatti: contagio, sintomi e cura della congiuntivite felina

Clamidiosi nei gatti: contagio, sintomi e cura della congiuntivite felina

Se il vostro gatto è affetto da una congiuntivite, con una abbondante secrezione dagli occhi, potrebbe essere stato colpito da clamidiosi felina. Il Chlamidiophila felis è un particolare batterio della […]

Parvovirus nei cani, sintomi, cause, prevenzione e cure

Parvovirus nei cani, sintomi, cause, prevenzione e cure

L’infezione da parvovirus canino (CPV) è una malattia virale altamente contagiosa che colpisce i cani. Il virus si manifesta in due forme diverse. La forma più comune è quella intestinale, […]