Cibi pericolosi per i gatti

di Tippi Commenta

Cibi pericolosi gatti

I gatti, proprio come i cani, sono ghiotti di quello che non dovrebbero mangiare! Alcuni alimenti, infatti, sono assolutamente da evitare perché possono diventare quando non sono salutari, persino pericolosi. Certamente, dividere il cibo con loro è un gesto di affetto, ma attenzione, fido e micio devono seguire una dieta diversa, soprattutto perché hanno una digestione molto differente dalla nostra.

I cibi più pericolosi per il gatto sono:

  • Latte. Contrariamente a quanto si crede, il latte di mucca non va bene per i gatti, perché non sono in grado di digerire il lattosio. L’unico latte consentito è quello formulato specificatamente per loro.
  • Formaggio. In quanto derivati del latte, sono sconsigliati anche i formaggi, che possono causare al gatto problemi di diarrea.
  • Tonno. Per i gatti il tonno è l’equivalente di una fetta di torta Sacher per noi… una vera golosità. In realtà più che un cibo vietato in assoluto è un alimento da dare solo in casi estremi, quando magari sono terminate le scorte. Il tonno in scatola, infatti, non contiene tutti i nutrienti di cui ha bisogno il gatto (calcio, ferro, vitamina E) e se viene utilizzato spesso può causare un’intossicazione da mercurio. Questo pesce, infatti, essendo alla fine della catena alimentare, contiene selenio, mercurio e pesticidi in concentrazioni elevate.
  • Cioccolato. Come per i cani il cioccolato è tossico a causa del contenuto di teobromina. Una dose eccessiva può essere addirittura mortale.
  • Pesce crudo. Per quanto i gatti ne vadano pazzi, il pesce crudo è assolutamente da bandire, poiché va ad intaccare l’assorbimento della vitamina B1, essenziale per il benessere del gatto poiché supporta il sistema nervoso.
  • Dolci. Merendine, caramelle e i dolciumi in generale oltre a danneggiare i reni, possono portare a problemi di obesità e di diabete.
  • Cibo per cani. Che non vi venga mai in mente l’idea di dare il cibo per cani ai gatti, pena la malnutrizione. Il gatto deve seguire una dieta specifica.

Photo Credits|Thinkstock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>