Alimentazione cani: come calcolare le dosi per la pappa

 
Giulia
14 agosto 2010
commenti

I proprietari di cani lo sanno bene: l’alimentazione ed il corretto dosaggio della pappa sono una delle preoccupazioni maggiori per quel che attiene il benessere del nostro amico a quattro zampe. Quante volte al giorno deve mangiare? Quali sono le dosi consigliate? Con questa mini guida cercheremo di dare una risposta ai maggiori dubbi che possono assalire i neo proprietari.

I pasti andranno calibrati a seconda dell’età del cane: più frequenti dallo svezzamento fino ai due mesi, meno frequenti nell’età adulta. Per quel che attiene i cuccioli in linea generale si deve tener conto dei seguenti canoni pappa:

1) dallo svezzamento fino a due mese: quattro pasti al giorno
2) dai tre mesi fino a quattro mesi: tre pasti al giorno
3) dai cinque mesi fino ad un anno: due pasti al giorno

Oltre l’anno sarebbe consigliabile un solo pasto al giorno oppure due pasti ma leggeri: il veterinario saprà comunque consigliare la giusta dose in relazione al cane ed al tipo di attività fisica che compie. E’ consigliabile che tra un pasto e l’altro trascorrano circa otto ore, per consentire una più completa digestione: una regola suggerisce di considerare un pasto come importante e principale mentre l’altro più leggero tanto per evitare l’insorgere dello stimolo della fame.

Per quel che riguarda la quantità: nel caso di alimenti pronti (scatolette o crocchette o cibi secchi in generale) attenetevi alle dosi indicate sulla confezione. Per gli alimenti preparati in casa, calcolate la quantità in funzione della necessità che il cane ha di alimentarsi ed osservate il suo comportamento a fine pasto: ad esempio se se la ciotola è vuota e ben leccata, la razione era insufficiente mentre se avanza molto cibo la razione era abbondante.

Una razione ottimale si avrà quando il cane mangia tutto il contenuto della ciotola, lasciando qualche residuo e non cercando altro cibo al termine del pasto: in ogni caso mai dare avanzi del pranzo o della cena al cane, il cibo che preferiamo noi umani è ben diverso da quello tollerato dagli animali.

Commenta!

Articoli Correlati
Alimentazione del Leonberger

Alimentazione del Leonberger

Il Leonberger è un cane di grossa taglia e dal pelo folto, che nasce in Germania come cane da guardia: proprio a causa della sua mole imponente, questo amico a […]

Bulldog inglese: alimentazione

Bulldog inglese: alimentazione

Il Bulldog inglese, come tutti gli altri cani, deve mangiare in modo corretto ed equilibrato. Abituarlo a ricevere gli avanzi o agli snack fuori pasto è assolutamente sconsigliato, non solo […]

Alimentazione dell’alano

Alimentazione dell’alano

Avete presenti le dimensioni di un alano? Sorge spesso spontaneo domandarsi: ma quanto mangia? Di sicuro molto, ma un aspetto importante è anche quello che riguarda il “cosa”. L’alimentazione corretta […]

Cani con il diabete: alimentazione consigliata

Cani con il diabete: alimentazione consigliata

Gestire un cane che purtroppo è ammalato di diabete non è facile: occorre sottoporlo al controllo del proprio veterinario e garantirgi uno stile di vita che lo aiuti a vivere […]

Alimentazione del cane: pochi grassi e zuccheri

Alimentazione del cane: pochi grassi e zuccheri

Quando si nota un bel cane pasciuto e tendente al cicciotto, si pensa subito a quanto è tenero, dolce, o che sia così la sua costituzione: nulla di più sbagliato. […]