Acari dell’orecchio nel cane e nel gatto

di Paola P. 1

Gli acari sono parassiti minuscoli che nel cane e nel gatto possono provocare grandi disagi, scatenando reazioni come prurito e malattie infettive secondarie. Sui nostri amici a quattro zampe possiamo scovare principalmente tre tipi di acari:

  1. quelli a carico dell’orecchio, gli Otodectes cynotis;
  2. gli acari che provocano la rogna sarcoptica, Sarcoptes;
  3. gli acari della rogna rossa, Demodex.

Oggi ci occupiamo degli acari delle orecchie che provocano al cane ed al gatto una malattia conosciuta come otoacariasi o rogna auricolare o otodettica.

Come riconoscere i parassiti della famiglia Psoroptidi? Di forma ovale, sono estremamente piccoli, pensate che misurano circa 460-530 micron di lunghezza, vivono in superficie sul canale auricolare. La malattia che provocano affligge in prevalenza i gattini. Il cerume presente nel canale auricolare sarà molto scuro se è in corso un’infestazione, di un colore che può variare dal marrone al nero. In alcuni casi, la presenza dei parassiti si intuisce da piccole formazioni crostose.

Come conseguenza della presenza dei parassiti, potrebbe svilupparsi un’otite batterica che scatenerà prurito nell’animale.
Il nostro amico a quattro zampe si gratterà spesso violentemente le orecchie scatenando alopecia ed escoriazioni anche sulla testa e sul collo.

Il veterinario con il microscopio riuscirà a diagnosticare la presenza di acari nell’orecchio. Per prevenire l’insorgenza di parassiti è bene osservare scrupolose norme di igiene. I parassiti passano infatti per contagio diretto da un animale infestato ad uno sano.
Il ciclo di vita dell’acaro delle orecchie è di tre settimane e si completa interamente sull’organismo ospite.
Occhio soprattutto ai gatti randagi salvati dalla strada: spesso sono infestati da questi acari che gli provocano otite esterna. Prima di portarli a casa e farli entrare in contatto con altri mici è bene dunque passare prima dal veterinario e verificare la presenza di malattie infettive parassitarie.

Articoli correlati:

Orecchie del gatto: le malattie e le cure

La salute delle orecchie nei cani

L’otite del cane: come si manifesta?

[Fonti: giorgiogveterinario.it; diffosombrone.it]

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>