Toxoplasmosi gatto e rischio contagio

di cinzia iannaccio Commenta

Richiesta di consulto veterinario, domande:
Gent. dott. D’Anna, salve, il fatto è il seguente: nel nostro cortile c’è una gatta di circa 2 anni di cui ci siamo presi cura dandole sempre da mangiare cibi industriali x gatti, la micia si è via via abituata a noi e si fa trovare dietro la porta di casa miagolando, di recente ha partorito tre gattini che tiene riparati tra foglie e terriccio in un giardino di fronte casa nostra; la cosa che mi impensierisce per quanto riguarda i contatti con la gatta che non è vaccinata, non sappiamo il suo stato di salute, prendiamo tutte le precauzioni, se l’accarezziamo (mia madre usa un guanto di lattice) poi disinfettiamo le mani con lysoform e laviamo con sapone, qualche volta la facciamo entrare per pochi secondi vicino la porta, ma per quanto riguarda i germi annidati tra i peli o la coda, poichè la gatta sdruscia tra i pantaloni e le scarpe, c’è un rischio toxoplasmosi? Grazie

contagio toxoplasmosi gatto

Tipo di consulto Veterinario Generale
Tipo di problema rischio contagio toxoplasmosi da gatto

 

Risponde il Dott. Salvatore D’Anna, medico veterinario, direttore sanitario del Centro Polifunzionale Veterinario “Domitio” e del canile “Arteinsieme”(Caserta –Napoli) . Per contatti diretti, mail [email protected]

 

 

 

Contrariamente alle più diffuse credenze, è improbabile contrarre la toxoplasmosi da un gatto che ne è positivo. Anche un eventuale contatto diretto con feci fresche (contravvenendo quindi ipoteticamente a tutte le basilari e più banali regole di igiene) non è rischioso, poiché le oocisti di Toxoplasma gondii vengono eliminate non sporulate e quindi non infestanti. Inoltre soltanto per un brevissimo periodo della loro vita i nostri simpatici amici felini possono diffondere nell’ambiente uova di T. gondii, ma sempre e solo se sono essi stessi positivi al parassita (ci tengo a sottolinearlo). Quindi, se avete timore di contrarre la toxoplasmosi, evitate di mangiare le verdure non perfettamente lavate piuttosto che le carni poco cotte, ma non privatevi della compagnia, preziosa e gratificante, di un gatto.

Distinti saluti,
Dr Salvatore D’Anna

>> Leggi qui tutte le risposte del Dott. Salvatore D’Anna medico veterinario

 

 

Se avete altre domande da porre ai ns veterinari potete visitare la pagina dedicata e riempire il form:

Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets

Il nostro “Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets” non fornisce diagnosi online e neppure la prescrizione di farmaci. Si tratta di un servizio di informazioni ed orientamento che mai potrà essere considerato sostitutivo di una visita specialistica diretta con il medico veterinario. L’invio della domanda corrisponderà all’accettazione di questa condizione di utilizzo.

Per le emergenze rivolgersi al servizio veterinario più vicino.

 

Photo Credits | Brazhnykov Andriy / Shutterstock.com

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>