Inserimento gatto adulto con gatto anziano, i consigli dell’esperto

di cinzia iannaccio Commenta

Richiesta di consulto veterinario su inserimento gatto adulto con gatto anziano
Buonasera, mi piacerebbe avere una dritta su come comportarmi con l’inserimento del mio gatto (maschio, meticcio ma molto simile ad un ragdoll, castrato di 6 anni) all’interno della casa nella quale ho traslocato ma dove vi è la presenza di un’altra gatta (castrata, meticcia, di 14 anni). La gatta già residente è spesso in giro ma rientra in casa per dormire. Inizialmente abbiamo lasciato ispezionare la casa al nuovo arrivato, è un appartamento piccolino, senza la presenza dell’altro gatto. Poi abbiamo tentato un primo contatto provando a dar da mangiare ad entrambi contemporaneamente, uno in una stanza e uno in un’altra ma parallelamente tramite una porta, in modo che percepissero i rispettivi odori. Per non obbligare la gatta a stare fuori casa, di tanto in tanto chiudiamo il nuovo arrivato in bagno (posto in cui appena arrivato sembrava sentirsi più al sicuro) alternando così la presenza di uno con l’altro. I due si sono casualmente incontrati tramite una finestra (chiusa) di casa, e se la gatta già residente sembrava più innoqua, il mio ha reagito in maniera aggressiva e rumorosa; per questo non sappiamo come, quando e dove (dentro o fuori casa, nel cortile) far avvenire il loro primo vero e proprio incontro. Vi ringrazio anticipatamente per l’attenzione, in attesa di riscontro.

Tipo di consulto
Veterinario Comportamentalista
Tipo di problema
Inserimento gatto adulto con gatta anziana

 

Risponde la Dottoressa Silvia Marangoni, Medico Veterinario Esperto in Comportamento. Esercita la sua professione in provincia di Treviso e Vicenza, ma pratica consulenze specialistiche anche a Belluno e Venezia; Per contatti diretti:
Mob: 3281121823
email: [email protected]

Buonasera,
innanzitutto conviene che accendiate i famosi feromoni nel diffusore ambientale, quelli per mitigare i confilitti tra gatti conviventi. Dopodiché dovete provvedere ad elargire risorse in abbondanza (acqua, cibo, cucce, ecc.) ma i gatti vanno fatti incontrare prima dietro ad una porta chiusa, poi attaraverso una rete o zanzariera robusta e con possibilità di ignorarsi o andarsene. Infine si può togliere quest’ultima barriera, ma bisogna mantenere la possibiità di scappare per entrambi. Il tutto in maniera estramamente graduale. Cordiali saluti.

Dott.ssa Silvia Marangoni
Medico Veterinario Comportamentalista
ULSS N°2 Marca Trevigiana – TV 347
Mob. 328 1121823

Leggi anche:

Inserimento cane in casa con gatto, come fare

Come abituare il gatto all’arrivo di un cucciolo di cane in casa

 

Se avete altre domande da porre ai ns veterinari potete visitare la pagina dedicata e riempire il form:

Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets

Il nostro “Veterinario online, consulti e consigli su comportamento e salute dei pets” non fornisce diagnosi online e neppure la prescrizione di farmaci. Si tratta di un servizio di informazioni ed orientamento che mai potrà essere considerato sostitutivo di una visita specialistica diretta con il medico veterinario. L’invio della domanda corrisponderà all’accettazione di questa condizione di utilizzo.

Per le emergenze rivolgersi al servizio veterinario più vicino.

Foto: Thinkstock

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>