Fibrosarcoma mascella cane ed aspettativa di vita

Richiesta di consulto veterinario su Fibrosarcoma mascella cane ed aspettativa di vita

Dott. Valentini, la mia cagnetta (segugio austriaco di 13 anni, peso 21 chili) finora in ottima forma, ha avuto la diagnosi per ago aspirato di fibrosarcoma alla mascella destra. Ci dicono che l’operazione significa toglierle anche un pezzo di osso e che comunque è alta la possibilità di recidive anche in breve tempo. D’altra parte non operarla espone al rischio di coinvolgere tutta la bocca e il naso. Siamo molto indecisi sulla soluzione migliore per lei. Sono 7 mesi che abbiamo notato questa malformazione, prima era piccola, nell’ultimo mese le ha ricoperto tutto il canino. Mercoledi 11 le faremo la tac. Lei cosa consiglia? Potrà avere un buona qualità di vita e di sopravvivenza dopo l’operazione? Che conseguenze porta? È vero che bisogna asportare anche l’osso? E che le recidive sono molto frequenti?”

Fibrosarcoma mascella cane ed aspettativa di vita

Nodulo, bozzo, ciste, avvallamenti sottopelle nel gatto

Nodulo, bozzo, ciste o avvallamento sotto la pelle del gatto? Quali possono essere le cause? Il più delle volte si tratta di qualcosa di lieve e sicuramente curabile, ma è sempre opportuno far valutare il problema dal Veterinario. Ecco da cosa potrebbero dipendere (le cause più comuni).

nodulo bozzo avvallamento sottopelle gatto

Fibrosarcoma nel cane

fibrosarcoma cane

Il fibrosarcoma del cane è, come si capisce dal nome che ha un’assonanza con la neoplasia dell’umano, un tumore maligno: si sviluppa essenzialmente nel tessuto connettivo della pelle e per tale superficialità è asportabile con la chirurgia. Difficilmente questi fibrosarcomi sviluppano metastasi, crescono molto lentamente, ma sono soggetti a recidive. E’ per tale motivo particolarmente importante una sorveglianza attiva post operatoria e prima ancora una diagnosi precoce.

Come prevenire le malattie più “costose” del gatto

Risparmiare sulla parcella del veterinario si può. Come? Con la prevenzione ovviamente, che in primis è utile per tutelare la salute del nostro animale domestico, ed in più può farci tagliare le spese destinate ad interventi, farmaci e ricoveri in strutture veterinarie.
Alcune patologie o incidenti sono particolarmente costosi da trattare. Pensiamo a quelli che richiedono un pronto intervento, ad esempio, in orari fuori dalle visite ordinarie in ambulatorio, con tariffe raddoppiate, o a lunghe degenze in cliniche che trattino i disturbi dentali, o ancora alle linee di alimentazione specifiche, e spesso più costose, che si rivelano necessarie quando il nostro amico a quattro zampe è obeso.

Alcune patologie ed incidenti non sono prevenibili, altri sì e molto dipende dal nostro buon senso e da come ci prendiamo cura dei pets. Veniamo ai gatti, ad esempio. Cosa possiamo evitare che accada e cosa possiamo prevenire agendo con largo anticipo con gesti quotidiani che mettano in sicurezza il micio ed il nostro portafoglio?