Cane randagio vive nel mio cortile, cosa posso fare?

Richiesta di consulto legale: Buongiorno, tempo fa si presenta a casa mia una cagnetta di cui non conosco ne il nome nè il proprietario. Vedendola mal ridotta gli do un po da mangiare., ma ora si è stabilita nel mio giardino vagando un po anche nel giardino del vicino. Il medesimo mi vuole denunciare perchè a suo dire, io non mi prendo cura di questo cane..può farlo? Che dovrei fare io?

Cane intrappolato

Sardegna, contributo a chi adotta un cane

sardegna

A Santa Giusta, comune della regione Sardegna, il comune garantisce un bonus di 250 euro per chiunque adotterà un cane del canile. L’obiettivo è chiaro: incentivare le adozioni dei cani oggi ricoverati al canile comunale. L’idea è arrivata proprio dal primo cittadino del comune sardo, Angelo Pinna, che spiega così  la volontà della locale amministrazione:

Portare il cane al canile non è reato

portare il cane al canile

L’argomento di cui ci occupiamo oggi cari lettori, è relativo al reato di abbandono di animali ed alla sua configurazione nel caso in cui si decida di portare il cane al canile. In pratica, se abbiamo un animale domestico del quale non possiamo, o non vogliamo, più occuparci e non troviamo nessuno che lo possa prendere, portarlo al canile integra il reato di abbandono? La questione è stata affrontata perfino dalla Corte di Cassazione, che ha stabilito che portare il cane al canile non è reato. Nella sentenza n. 12852/2013 si legge che  la situazione di abbandono non può ravvisarsi nel solo comportamento del proprietario che affidi il suo cane ad una struttura o allevamento privato, il quale, sulla base di uno specifico contratto oneroso assuma verso il proprietario l’obbligazione di custodire e curare l’animale e di evitare i pericoli per la sua incolumità, provvedendo, anche in caso di bisogno, alle necessarie prestazioni sanitarie e ai mezzi terapeutici.

Incendio al canile di Lucca, morti asfissiati due cani

morti cani canile lucca

Un grave incendio si è sviluppato domenica otto gennaio nel Canile municipale di Pontettetto, comune in provincia di Lucca: il bilancio dell’incendio è di due cani morti per asfissia. Pare che l’incendio, dopo essersi sviluppato all’interno della struttura, si sia poi spento naturalmente a causa della mancanza di ossigeno. I corpi dei due cani ospiti sono stati ritrovati dai volontari che prestano servizio nella struttura: tutti gli altri amici a quattro zampe sono stati immediatamente trasferiti in un’altra zona della struttura, in attesa che i vigili del fuoco intervenuti dichiarino di nuovo agibile il canile.

Cani e Comuni: il dramma dei canili lager

La legge 281 del 1991 è stata una vera e propria innovazione per quel che riguarda la gestione dei cani abbandonati o randagi: ha consentito infatti ai Comuuni, veri e propri responsabili dei cani randagi che si trovano sul suo territorio, di affidare gli stessi a strutture private, pagando un corrispettivo per il mantenimento e le cure necessarie. Il tutto in mancanza di una struttura pubblica, di un canile gestito da volontari e personale dipendente comunale.

Sabato, porte aperte nel canile romano

cani-ergastolani-del-canile-di-torino

Sabato 20 marzo il canile municipale di Roma sito nell’ex cinodromo resterà aperto a disposizione di tutti i cittadini che vorranno visitarlo e, perchè no, magari adottare anche un tenero amico a quattro zampe! Si tratta di una bellissima iniziativa promossa dall’associazione L’Impronta in collaborazione con L’associazione Cucciolissimi Onlus, intitolata Ne vedrete di tutti i colori, in riferimento alle numerose tipologie di cani che si trovano all’interno della struttura.

Il canile municipale della capitale è sito in Via Lungotevere Dante 500, zona Ponte Marconi: al momento sono presente nella struttura circa 200 cani di tutte le taglie e di tutte le tipologie ed età, che non aspettano altro che di essere adottati. L’apertura straordinaria della struttura rispetterà i seguenti orari: dalle ore 10.00 del mattino fino alle ore 16,30 del pomeriggio, una lunga giornata no stop per attirare quanta più gente possibile al fine di promuovere l’adozione degli animali.

A tutti gli intervenuti sarà riservata anche una bella sorpresa, un omaggio con il quale il canile e le associazioni vogliono ringrazieranno per la visita tutti i presenti. Si ricorda che adottando un cane al canile municipale è possibile usufruire di numerosi servizi, tra i quali primo vaccino e sterilizzazione gratuiti, microchip e iscrizione all’anagrafe canina, oltre all’aiuto di personale esperto nelle adozioni, anche successivamente all’adozione.