Super beagle creati in Cina con insolito ‘taglia e incolla’

di Piera Lombardi 1

Il miglior amico dell’uomo, ora è il ‘prescelto’ per esperimenti di ingegneria genetica. Almeno in Cina. Si chiamano Ercole e Tiangou (‘cane del cielo’). Sono super beagle, geneticamente modificati creati in laboratorio, con la tecnica del ‘taglia e incolla’ di singoli geni. Hanno il doppio della forza dei loro simili normali, il doppio della massa muscolare  e per gli scienziati responsabili della mutazione genetica potrebbero essere usati in attività di polizia e di caccia. Notevoli potrebbero essere i campi di applicazione di questa tecnica: dalla biomedicina, alla terapia genica per la distrofia muscolare, alla correzione di malattie genetiche che colpiscono alcune razze di cani. Tuttavia restano i dilemmi etici e un vago senso d’inquietudine.Super cani beagle creati Cina

Avremo cani personalizzati? Verrà personalizzato il Dna dei nostri animali domestici? Il team di scienziati cinesi guidato da Lai e Xiang Gao, specialista in genetica dei topi presso la Nanjing University, sostiene di generare più di 2.000 beagle in un anno per la ricerca (sono utilizzati in Cina e Usa). I 28 scienziati del team cinese dicono di essere stati i primi a utilizzare questa tecnica ma di non essere interessati alla commercializzazione dei super cani come animali di compagnia. Niente esclude che altri guppi di ricerca cinesi possono farlo a breve.

I beagle sono stati ottenuti sopprimendo il gene che codifica la miostatina, una proteina che inibisce la crescita muscolare attraverso la tecnica denominata Crispr, economica e precisa. In tutto sono stati modificati 65 embrioni di cui 27 hanno dato vita a cuccioli, due dei quali avevano entrambe le copie del gene eliminate. L’elenco di animali ‘modificati’ con questa tecnica in Cina include capre, conigli, ratti e scimmie. Lo scorso aprile ci sono state polemiche per l’annuncio da parte di un altro gruppo sempre cinese dell’utilizzo del Crispr sugli embrioni.

Nei laboratori cinesi si vogliono creare cani con altre mutazioni del Dna compresi quelli che imitano malattie umane come il Parkinson e la distrofia muscolare perché i cani sono molto vicini agli esseri umani in termini di metabolismo, fisiologico e caratteristiche anatomiche. Da sempre l’uomo ha influenzato la genetica dei cani. Ora però ciò avviene in maniera immediata e il potere umano è assoluto.

 

 

Fonte: technologyreview.com

Foto credit: Thinkstock

 

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>