Vacanze estive e animali: a chi lasciare il cane o il gatto

di Redazione 2

cani e vacanze

Se vi state preparando ad organizzare le vacanze estive e non potete portare il vostro cane o il vostro gatto con voi, è arrivato il momento di pensare a chi affidarlo durante la vostra assenza. Ovviamente, se avete qualcuno di fiducia che si può occupare di lui sarebbe la soluzione ideale, ma se ciò non è possibile, la prima possibilità è orientarsi su un albergo per cani o gatti, che sono sempre più numerose anche in Italia.

Queste strutture, oltre ad offrire un utilissimo servizio per chi deve viaggiare, aiutano a combattere il fenomeno degli abbandoni estivi di animali; le pensioni per animali sono dotate di ogni confort e gli amici a quattro zampe sono seguiti da personale altamente specializzato.

Per la scelta della pensione assicuratevi che essa sia dotata  di un ampio spazio recintato nel quale il vostro animale possa passeggiarvi tranquillamente; inoltre, sarebbe buona norma che i gestori vi dessero la possibilità di scegliere una dieta personalizzata, in modo da non sconvolgere le abitudini alimentari del cane.

Se portate il vostro animale in albergo per la prima volta, è consigliabile non lasciarlo da solo a lungo, in quanto potrebbe risentire troppo della vostra mancanza e stare male, quindi la cosa migliore da fare è portarlo nella struttura scelta prima di partire per la vacanza, in modo da farlo ambientare almeno un po’.

Un’altra soluzione è quella di affidare i vostri animali al dog sitter, o al cat sitter nel caso di un gatto, ovvero una specie di tata che si occuperà di prendersi cura dei vostri pets; ma non pensate a studenti inesperti che si improvvisano dog sitter per guadagnare quale soldo: quella del dog sitter è una professione vera e propria, che si impara attraverso corsi di educazione cinofila nei quali si apprendono le basi del rapporto tra uomo e cane.

Infatti, il dog sitter non si occupa soltanto di portare a spasso il vostro cane, bensì lo assiste anche dal punto di vista del gioco, dell’alimentazione, dell’igiene e di tutte le sue principali necessità.

Commenta!

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>