Siku, orsetto polare nuova star del web

di cinzia iannaccio 1

Siku orso polare star

L’orsetto che vedete nella foto si chiama Siku, e non è un peluche, ma un bellissimo cucciolo di orso polare ormai diventato una star del web. Le sue foto, ma soprattutto i video che lo ritraggono nella quotidianità sono in questi giorni cliccatissimi. Per questo non abbiamo potuto esimerci dall’approfondire la sua storia, che per qualche verso ci ricorda quella già trattata dell’orso Knut. E’ vero che su Tutto Zampe ci occupiamo quasi esclusivamente di animali domestici, ma un orsetto peloso (benché finto) è di sicuro l’amico dei bambini che più di frequente troviamo nelle nostre case, io stessa…vi confesso…. che ne ho uno eguale, tutto bianco, che conservo con affetto e cura. Siku invece è reale, ed ha una storia simbolica.

E’ nato il 22 Novembre presso lo Skandinavisk Wildlife Park, uno dei più grandi parchi naturali del mondo. La sua mamma, Ilka, non aveva latte, non riusciva a sfamarlo e sarebbe sicuramente morto se i curatori del Parco non avessero deciso già dopo due giorni di portargli via il cucciolo e di allattarlo col biberon. Un gesto forte, ma che ha salvato la vita al piccolo Siku che è ora è robusto e pesa 4.200 grammi, 2.400 in più dalla nascita. In più si dimostra vivace e gradisce le coccole proprie di un cucciolo domestico. Ma il suo destino è quello di crescere come un orso polare normale, benché sia stato eletto a testimonial di salvaguardia della sua specie.

Il nome, Siku, in lingua groenlandese infatti significa “mare di ghiaccio” e sta ad indicare come il ghiaccio marino sia fondamentale al 100 % per gli orsi polari: è da lì che traggono vita e sostentamento. E purtroppo i cambiamenti climatici e lo scioglimento dei ghiacciai, non promettono nulla di buono. Se non ci sarà un’inversione di tendenza questa specie potrebbe scomparire nell’arco dei prossimi 40 anni. E nessuno vuole che gli orsetti bianchi così belli rimangano solo dei peluche! Per questo sul sito del Parco Naturale sono a disposizione immagini ed informazioni sulla crescita del cucciolo di orso polare che ora ha anche una pagina di facebook, molto apprezzata. I proventi raccolti con la sua immagine sono devoluti alla salvaguardia del Centro per Orsi Polari. Di seguito, due dei video più apprezzati. Di sicuro la sua storia avrà un lieto fine, di sicuro diverso da quello triste di Knut.

Pagina facebook

Fonte, foto e video: Skandinavisk Dyrepark

 

Commenta!

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>