Salvami subito, l’iniziativa LEIDAA contro il randagismo

di Fabiana Commenta

Riparte l’iniziativa solidale sms  SALVAMI SUBITO lanciata dai LEIDAA, Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente, l’associazione presieduta dalla onorevole Michela Vittoria Brambilla che chiede il sostegno di tutti coloro che amano gli animali.

CANI

Si chiama Salvami subito ed è l’iniziativa promossa per una settimana, dal 18 e fino al 26 novembre quando sarà possibile partecipare per aiutare gli animali in difficoltà. 

È sufficiente inviare un sms solidale (e donare 2 euro) o chiamare direttamente il numero fisso 45590 (per donare anche 5 o 10 euro). 

I fondi raccolti nel corso dell’iniziativa verranno utilizzati per poter sostenere economicamente una campagna di sensibilizzazione per favorire l’adozione responsabile e la campagna di sterilizzazioni soprattutto al Sud Italia., ma verranno anche finanziati degli interventi diretti sul territorio con l’aiuto dei volontari: questi gli obiettivi dichiarati e principali della campagna. 

Contrastare efficacemente la piaga del randagismo è una responsabilità cui nessuno può sottrarsi: attualmente si stima che siano addirittura 700mila gli animali vaganti, fra le vittime dell’abbandono e i cuccioli nati in seguito a una riproduzione incontrollata. 

Difficile quantificare anche il costo sociale del randagismo con ricadute negative numerose per la salute e la sicurezza della gestione del territorio. 

Il randagismo va classificato come nome vera e propria piaga morale che in maniera maggiore o minore colpisce tutto il paese parte delle risorse verranno impiegate nn solo per gli interventi diretto di sostegno sterilizzazione ma anche per promuovere ad ogni poi un cambiamento culturale che consenta di superare definitivamente l’emergenza randagismo. 

Spiega la Brambilla a ridosso della presentazione dell’iniziativa attualmente in corso.

La chiave resta sempre  il possesso responsabile: chi decide di portarsi un cane a casa deve essere anche consapevole che si tratta di una scelta che comporta delle responsabilità.

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>