Roma, rinvenuta iguana vagante a Casal Palocco

di Redazione Commenta

Come vi avevamo detto all’inizio dell’estate, non sono vittime degli abbandoni estivi solo cani e gatti, ma anche animali esotici come iguane, pitoni e serpenti vari. Ancora, però, non è stato accertato dalla Forze dell’Ordine se si tratti o meno di un caso di abbandono, quello dell’iguana ritrovata ieri dal Corpo Forestale dello Stato a Casal Palocco alle porte di Roma.

Casal Palocco, che dista pochi chilometri da Ostia, è noto per essere uno dei quartieri più esclusivi della Capitale, residenza di molti calciatori e di personaggi del mondo dello spettacolo; e proprio nei pressi di una di una delle villette che l’iguana, un esemplare di circa un metro di lunghezza, è stata avvistata da una signora residente, che ha immediatamente allertato il Corpo Forestale.

L’iguana, che ricordiamo essere un animale protetto dalla Convenzione di Washington, che vieta il commercio delle specie a rischio di estinzione, verrà accompagnato presso un centro in provincia di Rieti che si occupa del recupero della fauna selvatica, il quale provvederà al suo sostentamento.Nel frattempo la Forestale sta svolgendo le indagini di rito per risalire al proprietario dell’iguana e per capire le dinamiche dell’accaduto. Due le ipotesi: l’abbandono o la fuga dell’animale al proprietario.

Ecco cos’ha dichiarato il Corpo Forestale nella nota diramata dopo il ritrovamento dell’iguana:

Il ritrovamento dell’iguana è l’esempio di come non siano più solo i cani e i gatti ad essere abbandonati durante il periodo estivo, ma sia sempre più frequente l’abbandono di animali esotici.

Quello dell’iguana di Casal Palocco è solo l’ultimo di una serie di ritrovamenti di animali esotici vaganti; come non ricordare i due serpenti a sonagli rinvenuti lo scorso anno nella pineta di Castelfusano, sempre vicino a Ostia, o il pitone abbandonato in Toscana o ancora la tartaruga alligatore ritrovata a Roma?

A tal proposito, il Corpo Forestale dello Stato:

raccomanda a tutti i cittadini di non acquistare animali di dubbia provenienza o dei quali non si conosce l’etologia e soprattutto consiglia di non comprare mai un animale solo perché esotico e poi scoprire di non essere in grado di gestirlo.

 

[Fonte: roma.repubblica.it]

Commenta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>